...

Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli con un video ha risposto alle domande che più frequentemente vengono poste dai cittadini in merito alla realizzazione della struttura ospedaliera temporanea da 100 posti letto di terapia intensiva, il cosiddetto “Progetto 100”, in collaborazione con l’ex Capo della Protezione Civile Guido Bertolaso attraverso le donazioni.


...

Martedì mattina una bellissima e gradita sorpresa da parte del Sindaco di Monte San Giusto Andrea Gentili. È venuto presso la sede amministrativa dell’Area Vasta 3 e ha consegnato al Direttore Alessandro Maccioni 200 mascherine FPP2 da destinare alla UOC Rianimazione dell’ospedale Covid di Civitanova Marche e in parte al Pronto Soccorso dell’ospedale di Macerata.




...

È uno dei re della movida non solo civitanovese, ma di tutte le Marche. Aldo Ascani fa sentire la sua voce postando su Facebook un video girato dalle telecamere di sorveglianza di uno chalet del lungomare colpito nei giorni scorsi dai ladri. Nella clip si vedono due persone, di giovane età, mentre scorrazzano liberamente all’interno del locale, esplorandolo da cima a fondo con l’ausilio di una pila.


...

“La scelta della città di Civitanova Marche quale centro di terapia intensiva Covid-19 non diventi materia di battaglia campanilistica, perché in questa fase le forze vanno indirizzate alla miglior riuscita del progetto, alla rapida ed efficace predisposizione di strutture e infrastrutture necessarie alla sua attivazione, alla cura e all’assistenza dei pazienti più gravi”.


...

Si è conclusa la campagna di raccolta fondi condotta dall’associazione “MIND a.p.s.”. La somma raccolta, grazie alle numerose e generose donazioni ricevute nella campagna online “Coronavirus- Insieme per le Marche” a cui ha aderito tra gli altri la famiglia Giorgi Umberto di Tolentino e la Finproject S.p.a, ha permesso l’acquisto diretto e conseguente donazione all’Area Vasta 3 di un ecografo palmare Vscan Extend e di un ecografo LOGIQ V2 per un valore complessivo di € 28.000.








...

Non è tempo delle polemiche politiche, ma di riflessioni si, anche perché servono a far sbagliare di meno a chi deve attualmente decidere. La scelta di un nuovo ospedale di emergenza alla fiera di Civitanova Marche è un grave errore. Errore ancora maggiore sarebbe stata la scelta della nave civile o l’ex deposito di carbone al porto di Ancona o il palasport Rossini.






...

Vanno avanti a ritmi serrati i sopralluoghi all’Ente Fiera, che dovrebbe diventare il nuovo Covid Hospital regionale per la terapia intensiva. Visionate nella prima mattinata tutte le planimetrie della struttura, gli elaborati progettuali dei tecnici, oltre al sopralluogo in sede per confermare con documentazione fotografica la certezza dell'idoneità della struttura.



...

Contagio in frenata? Per ora solo una speranza, ma i dati forniti sabato dal sindaco Fabrizio Ciarapica fanno ben sperare. Nelle ultime 24 ore i positivi al Covid-19 sono saliti a quota 40, solo uno in più, mentre le persone isolate in casa sono diventate 117 e anche in questo caso l’avanzata è minimale visto che sono solo in 3 in più rispetto a venerdì.




...

Anche in questo periodo così complesso, l'Amministrazione comunale si adopera con costanza per garantire sostegno alle varie fasce della cittadinanza. L'assessorato al Welfare e Servizi educativi è al lavoro sia nell'interfacciarsi costantemente in rete con i diversi attori del socio-sanitario, che nel pensare in modo nuovo alcuni servizi per stare al fianco di famiglie e cittadini.


...

"In questo momento di emergenza la nostra attenzione è concentrata sulla sanità e sul contenimento del contagio, ma riteniamo importante dedicare la nostra attenzione anche alle esigenze quotidiane di tutti i cittadini e per questo abbiamo predisposto il rinvio di una serie di scadenze amministrative, che in questo momento sono difficilmente rispettabili".





...

Continuano a gonfiarsi i numeri del coronavirus in città. Secondo i numeri forniti dalla prefettura al sindaco Fabrizio Ciarapica, iI positivi al tampone sono 2 in più rispetto a giovedì, salendo così a 39, mentre il numero di persone in isolamento è di 114, 5 in più rispetto alle 24 ore precedenti. Segno che il contagio non accenna a rallentare