SEI IN > VIVERE CIVITANOVA >
articolo

Cremazione senza funerale o funerale con cremazione finale

3' di lettura
14

La preparazione del funerale può essere una decisione molto personale oppure che è stata decisa dal defunto.

Una persona cara è defunta ed ora dovete preoccuparvi del funerale, ma cosa si deve fare? Come dovete comportarvi? Le agenzie funebri sono il luogo in cui recarvi e che vi potranno spiegare quello che è obbligatorio fare (iter burocratici) e quello che volete fare.

La preparazione del funerale può essere una decisione molto personale oppure che è stata decisa dal defunto. Tante persone, specialmente gli anziani, si ritrovano a parlare del tipo di funerale perché è una cerimonia di addio che onora il defunto.

I servizi funebri sono o personalizzati oppure predisposti in “pacchetti” in cui si hanno dei costi fissi. Le classi dei funerali variano in base ai servizi richiesti ed essi sono realmente tantissimi. Attualmente poi è comune la richiesta della cremazione dove si hanno delle ceneri che possono essere: seppellite, tumulate in spazi molto piccoli, conservate oppure disperse.

La cremazione mette fine anche alle richieste di nuovi acquisti delle concessioni di luoghi di sepoltura oppure di estumulazione dai loculi, che scadono di media ogni 15/20 anni. Infatti gli eredi o i coniugi in vita si ritrovano a dover pagare nuovamente le procedure per seppellire nuovamente il defunto.

I Servizi funebri e cremazione si possono richiedere sia quando si ha intenzione di fare un funerale con riti religiosi oppure per altre tipologie di cerimonie di commemorazione.

CREMAZIONE SENZA FUNERALE

Una scelta rispettosa, molto personale, è quella di svolgere la cremazione senza organizzare il funerale. Essa viene richiesta da chi è ateo o agnostico, però vediamo che persino coloro che seguono la religione cattolica, non sempre richiedono il funerale. Al massimo si esegue una cerimonia intima in cui si vuole stare lontano da tutti e tutto.

Il lutto non è certo un momento piacevole, anzi più la persona è cara e meno si accetta la sua dipartita. Tuttavia è obbligatorio occuparsi della salma e quindi decidere per il cimitero oppure per la cremazione.

L’esenzione delle visite da parte di parenti, conoscenti o amici, non è vista come una mancanza di rispetto. Alcune famiglie hanno bisogno di stare da soli per superare il lutto e quindi si preferisce un momento intimo in cui si esegue la cremazione senza però effettuare per intero il funerale. Si fa a meno di allestimento della camera ardente, rito religioso, trasporto in cimitero e acquisto di luoghi di sepoltura.

C’è poi la possibilità, quando il feretro viene cremato e si ritirano le ceneri, di fare una piccola cerimonia nei cimiteri che hanno i giardini della memoria per dire addio al caro estinto.

Funerale completo e cremazione finale

Il funerale completo rimane la scelta più frequente. In questo caso i servizi funebri debbono essere completi. C’è quindi la gestione del cadavere, vestizione, pulizia e igiene. Allestimento camera ardente e acquisto di bara oltre ad accessori di arte funebre. Si svolgono tutti gli iter burocratici per l’acquisto della concessione di un luogo al cimitero e via dicendo.

Ciò non toglie che si può eseguire il funerale, magari anche con rituale religioso, ma dove c’è la cremazione alla fine. Le ceneri poi verranno affidate o ai coniugi e parenti in vita oppure dispersi nei giardini della memoria.



Questo è un articolo pubblicato il 10-06-2024 alle 12:50 sul giornale del 10 giugno 2024 - 14 letture



qrcode