SEI IN > VIVERE CIVITANOVA >
articolo

Zanzariere per finestre: caratteristiche e tipologie

3' di lettura
8

La zanzariera alla finestra, in alcuni casi, diventa un obbligo, una necessità.

Avendo un giardino oppure un cortile con vasi da fiori, quindi con la presenza costante di acqua, sicuramente ci sono delle vere e proprie invasioni di zanzare, specialmente in estate.

Le città hanno dei luoghi in cui le zanzare iniziano a riprodursi a dei ritmi sconcertanti. Tanto che perfino i Comuni, nei mesi di aprile e maggio, decidono di fare delle disinfestazioni preventive. Tuttavia ciò non basta a controllare la proliferazione delle zanzare.

Per questo i privati sono costretti a provvedere al benessere dei propri ambienti chiusi installando delle zanzariere. Esse si collocano alle finestre e si possono posizionare anche su delle porte. Però dovete pensare alle caratteristiche. Non basta avere una rete. La zanzariera è composta da 3 elementi: rete, telaio di sostegno della rete e meccanismo di apertura.

Inoltre ci sono delle differenze tra i modelli da esterno e quelli da interno. Quest’ultime risultano più economiche perché si comprano prodotti che non debbono resistere alle intemperie esterne. Sono poi più bruttine da vedere perché c’è le ritroviamo sempre in casa.

FINESTRE GRANDI E ZANZARIERE

I punti in cui si dovrebbero posizionare le zanzariere sono le finestre. Questi serramenti li apriamo e chiudiamo continuamente in modo da far entrare l’aria. Sono poi piacevoli da aprire quando è estate. Solo che esse sono i punti da cui rientrano più facilmente gli insetti e in modo particolare le zanzare.

Le grandi finestre hanno poi delle dimensioni dove si deve curare la “tesatura” della rete. Basta che essa sia deformata, curva, lenta o con delle aperture, per renderla inefficace. Le zanzare potranno appunto entrare ed uscire dalle parti che sono curve perché vuol dire che la rete ha degli strappi oppure non è tesata.

Essendo un varco molto grande è necessario che costruire una “struttura” portante dove tesare la rete. Si possono scegliere sia gli avvolgibili che sono poi complete di guide oppure delle ante a battente o ancora delle ante a scorrimento. Il segreto, in questo caso, è quello di poter distribuire il peso e quindi la tesatura della rete.

Metodo di apertura zanzariera

Le Zanzariere per finestre si possono avere fisse, ma non è consigliato. Meglio che ci sia un metodo di apertura e chiusura delle zanzariere specialmente se ci sono poi dei serramenti esterni, come le persiane, che sono a battente.

Per i varchi di grandi dimensioni si consiglia di avere una zanzariera avvolgibile oppure che sia a scorrimento. L’avvolgibile può essere con apertura dall’alto verso il basso, quindi in verticale, oppure con un avvolgibile laterale. Occorre però avere delle guide in cui la zanzariera potrà scorrere senza alcun problema. Le guide servono anche per mantenere la tesatura e creare una protezione totale.

Mentre per le finestre di dimensioni standard è consigliata o preferibile una struttura a scorrimento che sfrutta lo spazio vuoto all’esterno. L’unico contro è che comunque si ha una parte che viene occupata dal telaio che è fisso, ma alla fine rimane un prodotto ottimale per proteggersi dalle zanzare.



Questo è un articolo pubblicato il 27-05-2024 alle 13:36 sul giornale del 27 maggio 2024 - 8 letture



qrcode