SEI IN > VIVERE CIVITANOVA >
articolo

Quando e come impermeabilizzare un terrazzo

3' di lettura
16

Possedere un terrazzo vuol dire avere uno spazio esterno da usare in diversi modi.

C’è chi crea il suo orticello privato usando dei vasi, altri invece hanno una grande quantità di fiori tanto da essere un piccolo giardino. Si usano degli arredi da giardino o da esterno, poltroncine e tavolinetti in modo da avere uno spazio esterno da usare con tutte le comodità. Inutile negare che esse possono avere molteplici utilizzi, sia in estate che in inverno.

Tutte però soffrono di un problema comune, la pioggia! Le intemperie costituite da pioggia, grandine, neve o umidità presente nell’aria, rischiano di creare dei veri e propri rivoli di acqua nelle fughe delle piastrelle dei terrazzi. I ristagni di acqua sono pericolosi per le strutture immobiliari. Le piastrelle sono studiate in modo da lasciare all’esterno l’acqua e proteggere il cemento o il massetto composte da varie malte cementizie. Solo che l’acqua è in grado di scavare le rocce. Tant’è che infatti nei terrazzi ci sono sempre problemi di infiltrazioni, sollevamento di piastrelle, sgretolamento del massetto e distacchi di calcinacci.

Una situazione che però diventa sia pericolosa, dato che da un momento all’altro la troppa acqua fa staccare pezzi di mura o mattoni molto grandi che cadono al di sotto, oppure si hanno perdite e infiltrazioni nei piani sottostanti. Dovete prendere provvedimenti e prevenire questi danni invece che pensare solo a ripararli.

EVITARE PERDITE AI PIANI SOTTOSTANTI

L’ Impermeabilizzazioni terrazze previene i danni strutturali. Quando ormai un terrazzo è in evidente stato di usura, dove appunto ci sono crepe molto grandi e distacchi di calcinacci, è necessario fare una ristrutturazione. Gli interventi edili sono di riparazione del terrazzo. Ciò però non indica che i problemi che avete riparato, in modo costoso, non si creeranno nuovamente.

Per evitare queste situazioni è necessario prevenirle con un lavoro di impermeabilizzazione. Come si effettua questo lavoro? Attualmente sono usate molto le resine liquide che si possono applicare perfino su delle superfici piastrellate.

Esistono sia colorazioni coprenti, che riescono a ricoprire e a nascondere il pavimento sottostante, che quelle trasparenti che riescono a mostrare la pavimentazione originale.

Nessun rischio di infiltrazioni terrazze

La resina è un liquido indurente che si stende come se fosse acqua. Autolivellante, nel senso che una volta stesa riesce a riempire gli spazi che ci sono in modo da avere una superfice piana. Occorre certo una buona manualità per poterla stendere in modo efficace.

Questa resina inizia a indurirsi già dopo pochi minuti e entro qualche ora diventa un rivestimento duro come la pietra, difficile da graffiare e da togliere. Infatti per eliminarla si deve spaccare con dispositivi adatti. Essa è isolante e idrorepellente. Non soffre di infiltrazioni e non teme l’acqua. Dunque protegge totalmente la superfice in cui è stata applicata. Prima di stenderla è il caso di eliminare eventuali depositi di muffa che non attaccano la resina, poiché essa non mantiene umidità, ma essa potrebbe attraversare le pareti e quindi fuoriuscire poi nella parte sottostante. Ad ogni modo questo è il metodo più efficace per rendere impermeabile il terrazzo esterno.



Questo è un articolo pubblicato il 22-02-2024 alle 17:24 sul giornale del 22 febbraio 2024 - 16 letture



qrcode