SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > ATTUALITA'
articolo

Recanati: l'accensione delle decorazioni delle Social Catenelle dà il via agli eventi natalizi

3' di lettura
144

"I nostri complimenti al nutrito gruppo delle Social Catenelle di Castelnuovo per la loro attività di grande valore simbolico e aggregativo."

Con queste parole il sindaco Bravi ha ringraziato e omaggiato il gruppo di Castelnuovo che anche quest'anno, con i propri lavori realizzati da mani operose, ha aperto il programma degli eventi natalizi.

A Castelnuovo da tre anni l'accensione delle decorazioni natalizie a cura del gruppo Social Catenelle fa da apripista all'intenso cartellone recanatese per le festività di Natale. Ieri abbiamo acceso le 4 candele dell'Avvento, ciascuna con il proprio simbolo stilizzato: l'Albero della SPERANZA, un abete emblema della luce e della vita, e finché c'è vita c'è speranza. Due mani sostengono il simbolo della PACE ed è come se abbracciassero il mondo devastato dagli orrori delle guerre. La Campana della GIOIA invita alla festa, al raccoglimento nei momenti importanti di celebrazione come il Natale, alla vita comunitaria e di aggregazione. Infine l'Angelo dell'AMORE che tiene nella sua mano una manciata di stelle dal potere meraviglioso: la loro luce penetra nel cuore dell'umanità, la illumina e la riscalda.

Per tradizione andrebbero accese una a settima, di domenica quando tutta la famiglia è unita, fino ad arrivare al giorno di Natale. Ma noi le abbiamo accese tutte insieme ieri sera, perché durante il brindisi augurale sembravamo davvero una grande famiglia unita, e questo rafforza, almeno si spera, anche i messaggi che le candele veicolano.
Ma non finisce qui: nei prossimi giorni gli addobbi si estenderanno anche su alcuni teli delle recinzioni mobili poste a ridosso dell’antica chiesa Santa Maria Assunta di Castelnuovo, per mitigare l’impatto visivo del cantiere Ex Asilo Carancini, e all’inizio di Via Spazzacamino, sul muro dell'ex mulino, dove sarà installato l’albero-presepe presentato lo scorso anno.

Un grazie ad Antonio Bravi Sindaco di Recanati e all'Amministrazione comunale per il patrocinio e la presenza; a Giorgio Guardabassi presidente del Circolo Ricreativo Culturale B. Gigli per averci concesso l'uso dei locali dove abbiamo realizzato le opere; alle mitiche "catenelle" Anna Tombolini, Barbara Bravi, Maria Paoletti, Marisa Carletta, Piera Marconi per dedicare il loro tempo a realizzare i nostri progetti (senza di loro il gruppo non esisterebbe!); a Cristina Carella e famiglia Castagnari per i particolari in legno che impreziosiscono i pannelli; a fata Lorena Tirapani per l'aiuto dell'ultimo momento; a Tiziano Mangoni, Vitangelo Bravi, e Paolo Farina, per assecondare ogni nostra richiesta e assisterci durante l'installazione; al giornalista Carlo Stagi e al videoreporter Sandro Tommasi di Recanatitv Redazione per le interviste e riprese.
Un grazie di cuore a tutti i presenti per aver condiviso con noi un bellissimo momento.

Grazie a tutti e a tutte per la vostra presenza all'evento e il supporto che ci date. Senza il vostro aiuto non potremmo fare nessuna attività. Ricordo che le vostre offerte per i nostri prodotti servono sia per comprare i materiali, sia per aiutare alcune realtà sociali. In questi nostri anni di vita abbiamo fatto donazioni, in collaborazione con la Società Operaia di Recanati, allo Sportello Antiviolenza di Recanati diretto da Margherita Carlini, alla Croce Rossa Italiana in Afghanistan e quest'anno siamo di supporto all'AIDO Recanati per il progetto "la Memoria dell'Acqua".

Saremo presenti ai mercatini recanatesi di Natale con il nostro banchetto espositivo l'8 e il 17 dicembre. VI ASPETTIAMO. (Gruppo Social Catenelle)

Si entra nel vivo domenica 3 con l'accensione delle luminarie, l'apertura della pista di pattinaggio, musica ed animazione in piazza.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Recanati.
Per Whatsapp aggiungere il numero 366 9926866 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”.
Per Telegram cercare il canale @vivererecanati o cliccare su t.me/vivererecanati.





Questo è un articolo pubblicato il 01-12-2023 alle 09:19 sul giornale del 02 dicembre 2023 - 144 letture






qrcode