SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > ATTUALITA'
articolo

Apertura giudiziaria: come funzionano gli interventi per velocizzare le pratiche "sgombero"

3' di lettura
8

Alcune procedure legali sono chiamate coatte o forzate. Esse vengono eseguite per riuscire a far rispettare alcuni diritti di cittadini che vedono compromessi i loro averi.

Nello specifico vediamo che l’Apertura giudiziaria è un atto che oggi ha cambiato alcuni iter da seguire.

Infatti sono sempre più frequenti gli sfratti con uno sgombero forzato, ma definitivo. Negli anni molte case sono state occupate in modo abusivo. Tanti proprietari di abitazioni si sono ritrovati con dei “furbetti” che non pagavano l’affitto. Anzi in molti hanno ricevuto perfino minacce. Per riuscire a tutelare i cittadini e i proprietari, sono state modificate alcune leggi.

Il motivo per cui è diventato necessario fare questi interventi, è stato proprio quello di migliorare e velocizzare le pratiche di “sgombero”. Le aperture giudiziarie sono aperture coatte. Esse si possono effettuare solo seguendo determinate procedure e sentenze processuali.

Non è certo possibile che un privato faccia questo tipo di intervento da solo, in autonomia e senza averne diritto.

PROCEDURA DI APERTURA COATTA O FORZATA

Avete un appartamento in affitto, ma da mesi l’affittuario non paga il canone? Una situazione piuttosto scomoda. Come si deve procedere? Da un lato vorreste riprendervi l’appartamento perché comunque ci pagare le tasse. Dall’altro esso rimane un ambiente privato che viene usato da altrui soggetti. Non si può quindi entrare in casa sfondando la porta, rovistando tra cose private di un altro utente.

Occorre fare la dovuta denuncia e far intervenire gli avvocati.Oggi le procedure legali per velocizzare gli sgomberi o sfratti riescono a risolversi in pochissimi mesi. In condizioni molto favorevoli non si arriva ad un processo vero e proprio, ma ad una sentenza del giudice di pace.

In base a quello che viene evidenziato durante le procedure legali sarà poi possibile svolgere un iter che conduca alla procedura o pratica dell’apertura coatta.

Cos’è esattamente questo iter da seguire? Praticamente la procedura consente ad un fabbro di poter intervenire direttamente sulla porta d’ingresso dell’immobile da sgomberare. Forza la serratura ed apre la porta. Un intervento che molti chiamano: scasso o effrazione legale.

Attività eseguita da autorità competenti

Solo quando c’è una sentenza di un giudice per fare la l’apertura cotta, intervengono le autorità competenti. Infatti sono loro che debbono far rispettare la legge.

Praticamente contattano un fabbro che deve effettuare un intervento manuale sulla serratura. Lui andrà a rompere o a scassinare questo componente in modo che si possa aprire facilmente la porta. Il lavoro avviene in modo che non ci si perda troppo tempo.

L’obiettivo del fabbro è quello di aprire la porta, se poi essa viene bloccata da altre strutture, saranno le autorità competenti a intervenire. Di solito questo iter avviene in modo che non ci sia un disturbo della quiete pubblica. Però è importante che si seguano tutti i passaggi per tutelare la proprietà immobiliare, ma anche per limitare i danni per la perdita di privacydell’affittuario.

Solo in questo moto potrete sgomberare definitivamente l’appartamento o casa occupata. Altrimenti non è possibile fare delle aperture giudiziarie perché non c’è la sentenza di un giudice.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 376 0316331 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”.
Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.



Questo è un articolo pubblicato il 20-03-2023 alle 16:15 sul giornale del 17 marzo 2023 - 8 letture



qrcode