Via Piane di Chienti, rattoppi provvisori e parziali, gli abitanti chiedono i poteri sostitutivi al Prefetto

5' di lettura 22/01/2023 - Depolverizzata dal 1993-94, negli ultimi 25 anni avendo speso circa 90 mila Euro l’anno solo per pezzi dei 3 Km della strada in oggetto, e cioé 2.250.000 euro. Il Comune avrebbe potuto con quei soldi asfaltare tre strade, come quella di Chiusa n 1 e n 2, allargandole, potenziandole, rafforzandone i margini e mettendola in sicurezza con delle cunette per rallentare la velocità. I limiti di velocità su tutto il tratto, sono di 30 Km orari.

Di fronte all’annosa situazione delle buche sull’asfalto di via Piane di Chienti e dopo una delibera di prima di Natale, di fronte al pressing dei residenti e ai numerosi incidenti agli automezzi privati e del Cosmari, che vi passano non avendo altra via, mettono il breccino rosso per attapare le buche. Il Comune cercava un rimedio immediato ma solo in due tratti, dalla Statale 485 Civitanova MC, dal civico 85 alla chiesetta di Filippando e da Antichi Sapori al civico 11. Che ne è del tratto di fronte al Cosmari che sullo stradario ancor oggi appare strada comunale (cioè segnata in rosso?) Ma le righe rosse, si sa, vengono apposte e aggiustate a seconda dell’umore dell’Assessore Carassai e sulla strada riferita al maggior “cliente/votante” che vi passa.

Dopo appena 20 giorni, passate le feste, e con l’andirivieni dei mezzi del Cosmari carichi di immondizia di tutta la città di Civitanova Marche (dal giallo, al blu alla carta che stoccano nel depositivo sito in Via Piane Di Chienti, in collina, in mezzo ad un agglomerato di case), le buche si stappano di nuovo. Ecco allora che il Sindaco corre di ai ripari e fa sapere ai residenti che chiamerà la ditta appaltatritrice di provvedere alle buche più grandi con rattoppi con asfalto a caldo per chiudere le buche più grandi intanto che si organizzano per fare un rattoppo “più dignitoso”.

E intanto il Consorzio dei residenti (rapprasentato da N. Poletti, N. Conestà, L. Bucosse, A. Bracalente e C. Gaspari) non viene neanche consultato né vengono raccolte le proposte dei residenti che pur avevano preparato un progetto che mirava ad una visione d’insieme di tutta la zona.

Gli abitanti della zona chiedono all’Assessore Carassai cosa stia facendo della Delega alle Periferie che il Sindaco con lungimiranza gli ha voluto attribuire? Anche perché i voti Carassai li ha presi dalle periferie, asfaltando ad hoc pezzetti di strada davanti alla case di parenti ed amici, come aveva detto l’ex Consigliere Comunale Vittorio Taffoni, in varie riunioni di quartiere, alla presenza dello stesso Carassai.

Qualche settimana fa, tra l’altro, il Dr Ubaldo Sagripanti, aveva scritto una pec al Sindaco, al Comandante della Polizia Municipale e al Responsabile del Servizio Viabilità dicendo che «è evidente che il rischio di coinvolgimento in incidente dovuto allo stato del manto stradale è decisamente alto; che l’eventuale trasporto di un traumatizzato da parte di un mezzo di soccorso sarebbe più difficoltoso; che il raggiungimento di un paziente in stato di emergenza da parte di un mezzo di soccorso potrebbe essere compromesso».

Di fronte a questo stato di abbandono, di cattiva gestione nonché di noncuranza delle proposte dei cittadini, gli abitanti della zona hanno chiesto i poteri sostitutivi al Prefetto.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".


CittàWhatsappTelegram



Ancona350.0532033@VivereAncona
Ascoli353.4149022@VivereAscoli
Camerino340.8701339@VivereCamerino
Civitanova376.0316331@VivereCivitanova
Fabriano376.0081705@VivereFabriano
Fano350.5641864@VivereFano
Fermo351.8341319@VivereFermo
Jesi371.4821733@VivereJesi
Macerata328.6037088@VivereMacerata
Osimo320.7096249@VivereOsimo
Pesaro371.4439462@ViverePesaro
Recanati366.9926866@VivereRecanati
San Benedetto351.8386415@VivereSanBenedetto
Senigallia351.7275553@VivereSenigallia
Urbino371.4499877@VivereUrbino







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2023 alle 15:24 sul giornale del 23 gennaio 2023 - 236 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dOsn





logoEV
logoEV
logoEV
qrcode