SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Sicurezza, le consigliere Murri e Paglialunga: “l’amministrazione ha il dovere di promuovere la crescita culturale dei giovani, necessari controlli dentro i locali della movida”

4' di lettura
94

Un consiglio comunale sulla sicurezza in cui la maggioranza ha dato risposte parziali ed unidirezionali, quello che si è tenuto sabato 14, a distanza di oltre sei mesi dai fatti di sangue che hanno colpito al cuore Civitanova: questo il commento delle consigliere comunali di minoranza Mirella Paglialunga (Capogruppo di “Per Civitanova”) e Letizia Murri (Capogruppo di “Ascoltiamo la città”). Dagli interventi che si sono succeduti in aula da parte di esperti operanti nel settore delle dipendenze come il Dott. Mario De Rosa, Direttore Servizio Territoriale Dipendenze Patologiche (Asur - Area Vasta 3 Civitanova Marche) e il Dott. Gianni Giuli, Direttore Dipartimento Dipendenze Patologiche (Area Vasta 3), dei responsabili delle diverse associazioni attive sul territorio e dei privati cittadini, si è avuta la conferma di come il problema sicurezza sia composito e complesso e richieda risposte molteplici.

Le istituzioni e particolarmente l’amministrazione comunale, hanno il compito di favorire la crescita culturale, valoriale e sociale della nostra città. In particolare per le nuove generazioni, è fondamentale agire sul piano della prevenzione e non solo sul piano della repressione. L’Ente locale non può esimersi dall’essere attore ed interlocutore primario, diventando promotore e partner attivo per iniziative e progetti che vedano coinvolti i giovani, le famiglie, le scuole, le parrocchie e le associazioni del territorio, così come è suo compito pensare e predisporre centri di aggregazione per i giovani, sia in centro che nelle periferie, in cui si possano incontrare per coltivare passioni, interessi, confrontarsi e fare comunità. Le istituzioni e particolarmente l’amministrazione debbono promuovere attività, eventi ed iniziative permanenti che favoriscano la crescita culturale, affinché si creino nei giovani e non solo, antidoti contro la violenza, nelle sue varie forme.

Questa è la vera prevenzione possibile. Ben vengano presidi e controlli da parte delle forze dell’ordine e protocolli con le autorità di Pubblica sicurezza, ben vengano le telecamere per individuare gli autori dei reati, ma non ci può limitare a questo nel dare risposte esaustive alla città sul tema della sicurezza.

Non si può nemmeno minimizzare il problema asserendo che i fatti di sangue che sono avvenuti questa estate hanno riguardato soggetti che non risiedono a Civitanova, quando si sa bene che il modello di “città mondana, glamour e della movida” è il modo prevalente di concepire lo sviluppo di questa città da parte di questa amministrazione, con tutte le criticità che ne conseguono, non da ultimo l’afflusso giornaliero di persone per leciti motivi legati al divertimento, ma purtroppo non solo.

Le consigliere Paglialunga e Murri ritengono necessari controlli anche dentro i locali della movida e negli esercizi commerciali che vendono prodotti alcolici ai minorenni, così come ritengono fondamentale coinvolgere in “patti sociali per la sicurezza” gli stessi gestori dei locali, perché siano parte attiva nella prevenzione, nell’informazione e nel controllo.

Non si possono nemmeno accettare interventi retorici sulla sicurezza quando questa maggioranza non ha saputo prendere una posizione netta contro il gioco d’azzardo, non votando una mozione proposta dalla minoranza, nonostante quattro sentenze conformi dell’Autorità amministrativa avessero messo un punto sulla illiceità dell’apertura di una sala slot in una zona di Civitanova. Si sono andate a cercare nuove interpretazioni della legge regionale e a richiedere emendamenti, dando un pessimo esempio alle giovani generazioni e perdendo un’ottima occasione per dare un segnale forte e chiaro alla lotta contro la dipendenza dal gioco d’azzardo.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

CittàWhatsappTelegram
Ancona350.0532033@VivereAncona
Ascoli353.4149022@VivereAscoli
Camerino340.8701339@VivereCamerino
Civitanova376.0316331@VivereCivitanova
Fabriano376.0081705@VivereFabriano
Fano350.5641864@VivereFano
Fermo351.8341319@VivereFermo
Jesi371.4821733@VivereJesi
Macerata328.6037088@VivereMacerata
Osimo320.7096249@VivereOsimo
Pesaro371.4439462@ViverePesaro
Recanati366.9926866@VivereRecanati
San Benedetto351.8386415@VivereSanBenedetto
Senigallia351.7275553@VivereSenigallia
Urbino371.4499877@VivereUrbino




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-01-2023 alle 17:14 sul giornale del 17 gennaio 2023 - 94 letture






qrcode