SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > ATTUALITA'
articolo

L'Europa a Civitanova: inaugurati il Desk Europa e la panchina blu al Molo nord

5' di lettura
254

Civitanova da oggi è un po’ più vicina all’Europa. Alla presenza del Capo della Rappresentanza dell’Unione Europea in Italia Antonio Parenti e del responsabile della comunicazione della Rappresentanza Massimo Pronio stamattina è stato prima inaugurato il Desk Europa e poi presentata la panchina blu che sarà fissata nei prossimi giorni al Molo nord.

Una giornata solenne che si è aperta in sala consiliare con l’incontro con Parenti e Pronio organizzato dal Team Europa, composto dal presidente del consiglio comunale Claudio Morresi e dai consiglieri Lavinia Bianchi e Giorgio Pollastrelli. Saranno proprio questi ultimi due che, fisicamente, per due giorni a settimana, saranno a disposizione di cittadini e imprese nello sportello posizionato al terzo piano di Palazzo Sforza per informare ma anche recepire progettualità nelle quali coinvolgere l’Unione Europea.

«Abbiamo avviato un percorso finalizzato ad avvicinare sempre più il nostro territorio all’Europa, ma anche a portare maggiore consapevolezza dell’importanza di un’Europa unita – ha rimarcato il sindaco Fabrizio Ciarapica facendo gli onori di casa – vogliamo che il Desk Europa sia da un lato un punto informativo sulle opportunità che offre l’Ue, ma dall’altro anche un punto di incontro per la cittadinanza, un laboratorio di idee per sviluppare progettualità. Ovviamente è importante anche per il Comune, per capire cosa l’Europa può mettere a disposizione dopo che troppo spesso, negli anni passati, gli enti non sono stati capaci di intercettare fondi che oggi sono invece troppo importanti. La panchina blu al porto, invece, è un punto simbolico con il quale diamo il benvenuto alla Croazia appena entrata in Europa: un territorio con cui siamo legati da tempo visto il gemellaggio con Sebenico».

Una scommessa per cercare di essere di esempio per altri enti vicini. «Portare più Civitanova in Europa è il nostro primo obiettivo – ha sottolineato Pollastrelli – ci sono tante opportunità per ragazzi che vogliono fare stage al Parlamento o alla Commissione europea, occasioni di formazione retribuita. Ma anche nei Comitati delle regioni, alla Banca centrale e altro, ci sono parecchie opportunità per non studiare l’Europa solo sui libri, ma anche per far sì che molti civitanovesi trovino spazio in questi enti e facciano esperienza».

Il motore di questo progetto è stata la Bianchi, che fa anche parte della rete del progetto Costruire l’Europa con i consiglieri locali («con Giacomo Guida di Fabriano stiamo cercando di aprire questa rete nel nostro territorio», ha sottolineato l’esponente di SiAmo Civitanova). «E’ un gruppo che ha tante idee, il messaggio di Lavinia nella chat di Whatsapp è sempre il primo che trovo sul cellulare – ha scherzato Morresi – è molto bello che sia così, ma è anche un progetto tutto da costruire e nel prossimo bilancio metteremo delle risorse per finanziarlo. Vogliamo che il desk apra i suoi orizzonti non solo al Comune, ma anche, ad esempio, alla Camera di Commercio. Spero l’ufficio sia utile anche alle imprese oltre che per i cittadini: spesso abbiamo richieste per contributi e progetti, intercettare le possibilità che offre l’Europa è sicuramente un plus. Dobbiamo stare dentro l’Europa come attori protagonisti, per farlo partiamo dando questo contributo».

Dopo i saluti del consigliere regionale Pierpaolo Borroni, che ha confermato il non scontato europeismo del governo regionale («Stare in Europa o no è una discussione ampiamente superata dalla storia», ha detto l’esponente di Fratelli d’Italia), e del vicepresidente della Provincia Luco Buldorini, Pronio ha fissato il prossimo step per il team: riuscire ad aprire un centro di formazione europeo, finanziato dall’Ue, come quello di Camerino. «Ci crediamo e sento il giusto entusiasmo – ha confermato il responsabile comunicazione della Rappresentanza italiana – un rapporto che inizia bene e andrà meglio».

Un rapporto “glocal”, visto che il manifesto dell’iniziativa è stato firmato da Enrico Lattanzi, patron del Magma, con il quale si sta lavorando a realizzare una mostra sui manifesti dell’Unione Europea. «L’Europa non è di destra né di sinistra, ma dei cittadini europei – ha evidenziato Parenti – per cui è bello che ci sia un gruppo che comprende maggioranza e opposizione. L’Italia ha un ruolo importante in Europa, ma manca troppo spesso la coscienza di quello che viene fatto a livello comunitario. Dall’Europa viene l’80-85% della legislazione in termini di economia, per fare un esempio. Con gli uffici di Roma e Milano e i 48 centri di formazione sul territorio nazionale cerchiamo di portare l’Europa nei territori locali, ma è importante il coinvolgimento degli enti e delle comunità. Da oggi Civitanova non fa più parte dell’Europa, ma diventa parte integrante del meccanismo che la muove e che deve anche saper spiegare ai cittadini i suoi diritti e doveri».

Dopo il taglio del nastro ufficiale del desk, tutti al Molo nord per una foto ricordo davanti alla panchina blu, che era stata colorata da un centinaio di volontari la scorsa settimana in piazza XX Settembre: la Croazia sembra lontana volgendo lo sguardo a est, ma dal 1° gennaio lo è ancora meno che mai.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

CittàWhatsappTelegram
Ancona350.0532033@VivereAncona
Ascoli353.4149022@VivereAscoli
Camerino340.8701339@VivereCamerino
Civitanova376.0316331@VivereCivitanova
Fabriano376.0081705@VivereFabriano
Fano350.5641864@VivereFano
Fermo351.8341319@VivereFermo
Jesi371.4821733@VivereJesi
Macerata328.6037088@VivereMacerata
Osimo320.7096249@VivereOsimo
Pesaro371.4439462@ViverePesaro
Recanati366.9926866@VivereRecanati
San Benedetto351.8386415@VivereSanBenedetto
Senigallia351.7275553@VivereSenigallia
Urbino371.4499877@VivereUrbino

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereCivitanova oppure aggiungere il numero 376 0316331 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”.
Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.





Questo è un articolo pubblicato il 10-01-2023 alle 15:13 sul giornale del 11 gennaio 2023 - 254 letture






qrcode