SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > POLITICA
articolo

Finalmente il consiglio comunale aperto sulla sicurezza: era in stand-by da cinque mesi

2' di lettura
278

Si terrà sabato 14 gennaio alle ore 16 il consiglio comunale aperto sulla sicurezza, una richiesta avanzata da Pd e SiAmo Civitanova la scorsa estate e che solo ora trova concreta applicazione.

Una richiesta che era nata per discutere dei gravi fatti di cronaca nera che avevano sconvolto i mesi caldi in città, dall’omicidio di Alika Ogorchukwu in giù. Cinque consiglieri comunali (numero previsto dal regolamento consiliare) formularono tramite pec il 10 agosto la richiesta al presidente del consiglio, che da regolamento aveva 20 giorni per convocare la seduta. Ma prima la maggioranza prese tempo con la scusa delle imminenti elezioni politiche di fine settembre, poi i tempi si sono ulteriormente dilatati, fino ad arrivare alla convocazione per la prossima settimana per un tema che ovviamente è sempre attuale ma che, chiaramente, ha perso la spinta propulsiva che ne aveva fatto sorgere la necessità.

Ad ogni modo, alla seduta sono invitati rappresentanti di vari enti, associazioni e categorie coinvolti nella problematica, che potranno intervenire nella discussione.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

CittàWhatsappTelegram
Ancona350.0532033@VivereAncona
Ascoli353.4149022@VivereAscoli
Camerino340.8701339@VivereCamerino
Civitanova376.0316331@VivereCivitanova
Fabriano376.0081705@VivereFabriano
Fano350.5641864@VivereFano
Fermo351.8341319@VivereFermo
Jesi371.4821733@VivereJesi
Macerata328.6037088@VivereMacerata
Osimo320.7096249@VivereOsimo
Pesaro371.4439462@ViverePesaro
Recanati366.9926866@VivereRecanati
San Benedetto351.8386415@VivereSanBenedetto
Senigallia351.7275553@VivereSenigallia
Urbino371.4499877@VivereUrbino



Questo è un articolo pubblicato il 03-01-2023 alle 18:50 sul giornale del 04 gennaio 2023 - 278 letture






qrcode