Su il sipario sulla "Fishion Week": dalla crescia ai furbi con gli abbiti, le delizie del pescato sfilano con Roberta Morise

5' di lettura 03/12/2022 - Una sfilata del meglio della cucina marinara civitanovese con il pescato del periodo invernale. La “Fishion Week” civitanovese si è aperta stamattina al Mercato ittico con il vernissage condotto dalla showgirl Roberta Morise e le prelibatezze a chilometro zero di quattro eccellenze della ristorazione cittadina: Caterina Marchetti di Bac Cresceria, Barbara Settembri della Locanda dei Matteri, Andrea De Carolis di Sandwich Time e Simone Scipioni, già vincitore di Masterchef, di Raphael Beach.

In successione, crescia fritta con salsa di cannocchie al profumo di maggiorana, ravioli con ripieno di razza, scarola, pinoli e olive, polenta con il ragù di “fraimma” (i pesci che proliferano tra fine autunno e inizio inverno) e un grande classico, la polentina con i furbi e gli abbiti: questi i gioielli che, nella rivisitazione della modaiola Fashio Week, hanno sfilato davanti al parterre della versione invernale di Gusta Porto. «Quando Alberto Monachesi mi ha proposto questa “Fishion Week” sono rimasta un po’ così: un’idea geniale – ha rimarcato la Morise presentando l’evento – sono da 18 anni nel mondo dello spettacolo e non avevo mai sentito una cosa del genere. Ho accettato con piacere di tuffarmi in questo tour dei sapori marinari e visitando la città sono rimasta davvero colpita: i moletti sono un mondo tutto particolare, ma è tutto il porto che si presenta davvero benissimo: c’è tutto, dalla diportistica alla pesca passando per i cantieri, ed è concentrato in pochissimo spazio».

Tra una degustazione e l’altra, davanti alle gradinate dove ogni mattina va in scena l’asta del pescato (con 150 tra ristoratori, pescherie e grossisti accreditati), si sono susseguiti i vari interventi. Il sindaco Fabrizio Ciarapica ha fatto gli onori di casa, il patron di Tipicità Angelo Serri gli ha fatto eco ricordanti i cinque anni di Gusta Porto, ma si è entrati nel vivo dell’analisi della filiera della pesca civitanovese con l’intervento della comandante della Capitaneria di Porto Ylenia Ritucci, che ha toccato in particolar modo la questione dei controlli sulla qualità del pescato. «I nostri compiti sono molto variegati e vanno dal salvataggio in mare ai controlli su tutta la filiera della pesca – ha evidenziato Ritucci – con il covid i controlli si sono ridotti per ovvie ragioni e anche per dar modo all’economia di ripartire, ma riprendendo a pieno regime abbiamo riscontrato purtroppo tanti episodi di mancanza di tracciabilita’ e di frodi alimentari. Cito solo alcuni casi classici: il pangasio, pesce d’acqua dolce del Sud-est asiatico, spacciato per sogliola, tranci di pesce lavato con l’acqua ossigenata, etichettature non conformi alla legge. E spesso non è facile per noi intervenire, dobbiamo avvalerci di veterinari ed esperti».

L’assessore alla pesca Francesco Caldaroni ne ha approfittato per rilanciare una battaglia che i pescatori stanno portando avanti a livello nazionale: quella sulla tracciabilità. «Il nostro pesce viene identificato come proveniente dalla zona Fao 37, ossia quella generica del Mediterraneo che comprende anche Croazia, Grecia e altre nazioni – ha affermato Caldaroni, che è anche presidente delle Marinerie d’Italia – la nostra proposta è quella di suddividere questa macroarea in zone più piccole in modo che si possa distinguere se un pesce è stato pescato, ad esempio, nell’Adriatico centrale o in quello settentrionale. Quello di Civitanova è un mercato all’avanguardia, con tanti produttori e tanti ristoratori e un porto che a poche centinaia di metri dal centro cittadino: una particolarità che lo rende unico».

Tra un assaggio e l’altro, serviti dai ragazzi dell’Istituto alberghiero di Loreto tra una foto e l’altra del “fotografo-pescatore” Mario Balboni, esposte nell’androne centrale del mercato, la mattinata si è chiusa con l’intervento di Alessandro Gruppi, presidente di Strategia&Controllo Srl, società friulana che sta portando avanti un progetto di valorizzazione “digitale” dell’antico mestiere del “maestro d’ascia”, colui che realizzava le tipiche imbarcazioni di legno per i pescatori friulani e croati di inizio Novecento. La versione nord-adriatica delle lancette civitanovesi.

Il sabato di Gusta Porto continua nel pomeriggio, dalle 16, con i moletti aperti e le attività per i più piccini di “Peschi…amo”, con la costruzione di canne da pesca, giochi di gruppo e pure l’asta del pesce per i bambini. Dalle 16.30, invece, al largo Donatori di Sangue, i piatti presentati nel defilé mattutino saranno a disposizione di curiosi e golosi. La Fishion Week, invece, andrà avanti fino al 10 dicembre nei locali della città, che proporranno piatti e menù ad hoc.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

CittàWhatsappTelegram
Ancona350.0532033@VivereAncona
Ascoli353.4149022@VivereAscoli
Camerino340.8701339@VivereCamerino
Civitanova376.0316331@VivereCivitanova
Fabriano376.0081705@VivereFabriano
Fano350.5641864@VivereFano
Fermo351.8341319@VivereFermo
Jesi371.4821733@VivereJesi
Macerata328.6037088@VivereMacerata
Osimo320.7096249@VivereOsimo
Pesaro371.4439462@ViverePesaro
Recanati366.9926866@VivereRecanati
San Benedetto351.8386415@VivereSanBenedetto
Senigallia351.7275553@VivereSenigallia
Urbino371.4499877@VivereUrbino

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 376 0316331 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”.
Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.








Questo è un articolo pubblicato il 03-12-2022 alle 15:03 sul giornale del 05 dicembre 2022 - 936 letture

In questo articolo si parla di economia, vivere civitanova, marco pagliariccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dGzU





logoEV
logoEV
logoEV
qrcode