Civitanova splende due volte: accese le luminarie natalizie nel giorno del rinnovo del gemellaggio con Esine

5' di lettura 03/12/2022 - Da stasera, resterà illuminato nella piazza centrale di Civitanova Marche, l’abete che sulle vette di Piancogno aveva cessato il suo ciclo vitale e che ora trova nuova vita con addobbi e luci grazie al dono del gemellaggio storico tra i comuni di Esine e Civitanova. Sotto l’albero, a dare il là alle luci, la musica del corpo bandistico Città di Civitanova.

Tre sindaci si sono riabbracciati per festeggiare il legame annullando finalmente le distanze dovute alla pandemia: Fabrizio Ciarapica per Civitanova, Emanuele Moraschini per Esine e Francesco Sangalli per Pancogno; gli amministratori hanno rinnovato questo pomeriggio il rito di accensione delle luminarie natalizie in nome della fratellanza e del dono. In una gremitissima sala del consiglio comunale, c’erano le delegazioni Avis Civitanova Marche ed Esine, con i rispettivi presidenti Chiara Cesaretti e Riccardo Gianni, ma anche gli ex presidenti Donati, Canistro, Stoffler che hanno ricordato il co-fondatore Enzo Ranieri, e i referenti della Croce Verde, Ambulanze Esine, le rappresentanze delle scuole, anche esse strette in gemellaggio da moltissimi anni.

Un momento condiviso che ha scaldato il cuore, quello nella sala del Consiglio comunale, dove si sono rafforzate le intenzioni di potere avanti questa amicizia ancora a lungo. Presente anche per la prima volta l’assessore al turismo e gemellaggi Manola Gironacci, e il vicesindaco Claudio Morresi, l’assessore Ermanno Carassai, i consiglieri comunali Roberto Pantella e Niccolò Renzi. Presenti Luigi Spada dell’Avis Lombardia, Maria Gianuario dell’Avis regionale, Morena Soverchia e Letizia Gianuario dell’Avis provinciale Macerata, il presidente Avis Manfredonia Lello Castriotta, mentre il sindaco di Manfredonia, Gianni Rotice si è collegato telefonicamente per i saluti, il dirigente istituto Sant’Agostino Civitanova Gloria Gradassi.

«Il nostro ultimo incontro – ha detto Ciarapica – è avvenuto da voi nei primi giorni di aprile, dopo lo stop obbligato dovuto alla pandemia, dove abbiamo avuto un’ospitalità incredibile, nel giorno della Domenica delle Palme con una cerimonia bellissima in cui sono stati benedetti i ramoscelli di ulivo. Ora ci ritroviamo qui per rinnovare i 33 anni del nostro gemellaggio fra comuni, i 51 anni fra le nostre Avis, oltre che con Manfredonia, che si è arricchito negli anni anche con il gemellaggio della Croce Verde e Ambulanze Esine. Oggi è anche il giorno dell’avvio ufficiale del Natale in Città e di tutto il significato che questa festa rappresenta per i più piccini ma anche per noi adulti. Un momento d’incontro speciale, di commozione e di magia che viene celebrato nell’aula consiliare la più significativa del nostro palazzo comunale e poi, nell’incontro pubblico, presso la nostra piazza principale. Quella del rito dell’accensione dell’albero natalizio è un momento molto atteso dalla cittadinanza, che unisce e fa condividere emozioni, soprattutto fra i più piccoli ed è sicuramente accresciuto per la vostra presenza. A nome mio e di tutta la cittadinanza voglio porgere i miei più sentiti ringraziamenti per averci fatto giungere anche quest’anno il bellissimo abete; è l’emblema di un sodalizio costruito negli anni con l’autentico fine di intrecciare solide relazioni culturali, sociali, politiche ed economiche in uno scambio continuo e reciproco».

Il sindaco Moraschini, ringraziando il Comune di Civitanova per l’ospitalità, ha detto: «Fuori dalle etichette istituzionali ci sono rapporti di amicizia e fratellanza tra le due realtà, una lunga storia condivisa. Voglio citare la Lettera sulla felicità di Epicuro, un testo che ben fa comprendere il significato dell’amicizia, che ogni volta ci rinnoviamo incontrandoci. Buone feste a tutti».

Per Manola Gironacci si tratta della prima cerimonia ufficiale in veste da assessore. «E’ un grande onore per me essere qui con voi – ha detto – abbiamo curato un cartellone natalizio e le luminarie per dare una piacevole atmosfera in città, e mi auguro proprio possano piacere e rendere la nostra città ancora più accogliente».

In questa occasione, la presidente Avis Cesaretti ha premiato tre studenti che hanno sostenuto l’esame di maturità nell’anno in corso conseguendo il massimo dei voti, che hanno aderito al bando di concorso istituito dalla nostra Avis. Sono: Matteo Aprea, Riccardo Tempestilli e Elena Ilanka Clara Bonnet. A loro l’aula ha rivolto i più sentiti complimenti e gli auguri per una vita e una carriera piena di soddisfazione. Alle 18.30 le delegazioni sono scese in piazza a condividere l’emozione delle luci con i cittadini che attendevano questo momento di festa

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

CittàWhatsappTelegram
Ancona350.0532033@VivereAncona
Ascoli353.4149022@VivereAscoli
Camerino340.8701339@VivereCamerino
Civitanova376.0316331@VivereCivitanova
Fabriano376.0081705@VivereFabriano
Fano350.5641864@VivereFano
Fermo351.8341319@VivereFermo
Jesi371.4821733@VivereJesi
Macerata328.6037088@VivereMacerata
Osimo320.7096249@VivereOsimo
Pesaro371.4439462@ViverePesaro
Recanati366.9926866@VivereRecanati
San Benedetto351.8386415@VivereSanBenedetto
Senigallia351.7275553@VivereSenigallia
Urbino371.4499877@VivereUrbino






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-12-2022 alle 20:50 sul giornale del 05 dicembre 2022 - 230 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dGCi





logoEV
logoEV
logoEV
qrcode