Recanati: Anci seleziona la città per il progetto Neet, percorso di formazione dedicato ai giovani non attivi

3' di lettura 05/08/2022 - Recanati è tra i 154 comuni italiani e tra i tre Comuni marchigiani, insieme a Pesaro e a Macerata, ad essere stato selezionato da Anci per partecipare al percorso di formazione e accompagnamento sui Neet.

Neet è l’acronimo inglese derivante dall’espressione “Not in Employment, Education or Training” che indica la fascia di giovani dai 18 ai 24 anni che non studiano, non lavorano e non frequentano corsi di istruzione o formazione. Un fenomeno molto diffuso che mette in luce la difficoltà dei giovani, soprattutto i più fragili, di accedere al mondo del lavoro.

Il progetto presentato dal Comune di Recanati è stato premiato per le proposte ideate, per la qualità della rete di collaborazione instaurata con i partner e per le numerose iniziative dedicate ai giovani già organizzate in passato sul territorio.

L’ obiettivo è quello di avviare con il supporto dell’Unione Nazionale Comuni italiani un percorso di formazione e crescita delle competenze per sviluppare progettualità innovative volte a sensibilizzare e includere i giovani NEET all’interno delle politiche pubbliche.

«Dobbiamo intervenire con progetti mirati di attenzione e formazione su questa fascia debole di giovani, non attivi, stimolando le loro passioni e attitudini per garantire un ruolo sociale all’interno della comunità – ha dichiarato il Sindaco di Recanati Antonio Bravi- Saranno di fondamentale importanza nella preparazione dei percorsi formativi i contributi dell’Università di Macerata e del centro di aggregazione giovanile Fonti San Lorenzo di Recanati per tenere saldi la correttezza metodologica e il legame col territorio».

Un percorso promosso da Anci, in attuazione dell’accordo stipulato a novembre dello scorso anno con la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le politiche giovanili e del Servizio Civile Universale.

«Quello dei Neet è un fenomeno piuttosto recente, che si sta allargando dopo la pandemia. Sfiducia nelle istituzioni e difficoltà nel mettere a fuoco la propria identità personale e professionale sono tra le maggiori cause.- Ha spiegato l’assessora alle Politiche Sociali Paola Nicolini - Come Amministrazione intendiamo intervenire per dare un impulso a rimettere in moto il dinamismo della crescita personale, per coltivare e mettere a frutto, comunque, le proprie energie e intelligenze in tutti i giovani e le giovani».

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

CittàWhatsappTelegram
Ancona350.0532033@VivereAncona
Ascoli353.4149022@VivereAscoli
Camerino340.8701339@VivereCamerino
Civitanova376.0316331@VivereCivitanova
Fabriano376.0081705@VivereFabriano
Fano350.5641864@VivereFano
Fermo351.8341319@VivereFermo
Jesi371.4821733@VivereJesi
Macerata328.6037088@VivereMacerata
Osimo320.7096249@VivereOsimo
Pesaro371.4439462@ViverePesaro
Recanati366.9926866@VivereRecanati
San Benedetto351.8386415@VivereSanBenedetto
Senigallia351.7275553@VivereSenigallia
Urbino371.4499877@VivereUrbino






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-08-2022 alle 11:24 sul giornale del 06 agosto 2022 - 118 letture

In questo articolo si parla di attualità, cristina tilio, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/djAc





logoEV
logoEV