Omicidio Alika: il discorso del Senatore Francesco Verducci al Senato “costruire una società aperta solidale e inclusiva per tutti”

3' di lettura 03/08/2022 - Lo sgomento per quanto tragicamente è accaduto il 29 luglio è tanto e il Senatore Francesco Verducci, oggi mercoledì 3 agosto ha deciso di dimostrare in Senato quanta più vicinanza possibile alla famiglia della vittima, ma anche alla società in generale per fare in modo che situazioni analoghe non riaccadano mai più, per creare una consapevolezza ma anche una realtà.

Ecco le sue parole:

«In queste ore tutta l'italia è rimasta sconvolta da quanto avvenuto a Civitanova marche. Dalle immagini di un uomo picchiato fino alla morte, un uomo ucciso con ferocia, davanti a tutti i nostri occhi perchè tutti abbiamo visto e tutto si è compiuto ripreso dai video - spietati anch'essi - dei telefonini. Un uomo senza difese, colpito ripetutamente, spinto a terra, con la testa fracassata e poi soffocato sull'asfalto.

Alika è stato da una violenza senza tregua e senza senso, è stato ucciso perché chiedeva l'elemosina. Alika che era claudicante, si appoggiava a una stampella e proprio quella stampella è stata utilizzata per colpirlo. Alika è morto perchè solo ed emarginato; chi l'ha ucciso con tanta ferocia era anch'egli solo ed emarginato. Alika è morto perchè la paura e lo sgomento per quello che stava accadendo hanno paralizzato chi era presente e con loro un intera città, un'intera società, fragile e ripiegata sui prpri egoismi incapace di intervenire in tempo.

Per questo, la morte di Alika ci chiama in causa tutti, non è un fatto privato di cronaca, riguarda tutti noi, il mondo e la sociaetà in cui vogliamo vivere. La cosa inaccettabile sarebbe rimuovere quello che è successo, non parlarne e fare finta di nulla. Serve invece una reazione civile che scuola le coscienze di ognuno. Abbiamo il dovere di chiederci perchè è successo e di manifestare tutti insieme nel luogo dove Alika è stato ucciso e fare in modo che quel pezzo di strada, quel pezzo di città, porti il suo nome, affinchè a settembre i ragazzi delle scuole possano anch'essi deporre un fiore e dire: mai più.

Mai più alla violenza all'indifferenza, alla paura e alle discriminazioni. Alika è morto da straniero, ma non era uno straniero era ed è un nuovo italiano come la sua sposa e come suo figlio Emmanuel che è nato e studia in Italia - conclude -. Signor Presidente c'è un modo che abbiamo per onorare l'esistenza di Alika per onorare il futuro di suo figlio e dei nostri figli, ed è costruire una società aperta solidale e inclusiva per tutti».

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

CittàWhatsappTelegram
Ancona350.0532033@VivereAncona
Ascoli353.4149022@VivereAscoli
Camerino340.8701339@VivereCamerino
Civitanova376.0316331@VivereCivitanova
Fabriano376.0081705@VivereFabriano
Fano350.5641864@VivereFano
Fermo351.8341319@VivereFermo
Jesi371.4821733@VivereJesi
Macerata328.6037088@VivereMacerata
Osimo320.7096249@VivereOsimo
Pesaro371.4439462@ViverePesaro
Recanati366.9926866@VivereRecanati
San Benedetto351.8386415@VivereSanBenedetto
Senigallia351.7275553@VivereSenigallia
Urbino371.4499877@VivereUrbino






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-08-2022 alle 18:04 sul giornale del 04 agosto 2022 - 155 letture

In questo articolo si parla di attualità, Dal Sen. Francesco Verducci - PD, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dji7





logoEV
logoEV