Omicidio Ogorchukwu, silenzio tombale sull'autopsia, "serviranno esami istologici e ulteriori prelievi per fare chiarezza"

2' di lettura 02/08/2022 - «Serviranno ulteriori prelievi ed esami istologici, per ora non possiamo rilasciare altre dichiarazioni». Sono queste le uniche parole, all’uscita dall’obitorio dell’ospedale di Civitanova, del medico legale Ilaria De Vitis e della consulente di parte Francesca Tombesi sugli esiti dell’autopsia sul corpo di Akila Ogorchukwu.

Evidentemente ciò che sembrava chiarissimo, al punto da spingere la difesa a non nominare sui consulenti ad assistere alle operazioni, così chiaro non è, visto che, appunto, saranno necessari ulteriori approfondimenti per chiarire le cause della morte del 39enne nigeriano aggredito da dal 32enne Filippo Ferlazzo.

L’esame era fissato per le 11 di questa mattina, ma le operazioni vere e proprio sul corpo di Ogorchukwu all’interno delle sale dell’obitorio sono iniziate verso le 12 e sono andati avanti per circa tre ore e mezzo. Verso le 15.30, le porte si sono aperte per far entrare l’avvocato Francesco Mantella, legale della famiglia nigeriana, che prima si era intrattenuto per qualche minuto a dialogare con la stessa Tombesi. Una ventina di minuti dopo, l’uscita in corteo per affrontare microfoni e telecamere. Silenzio totale da parte dell’avvocato Mantella, appena qualche parola in più De Vitis e Tombesi ma nessun elemento che possa fare luce sul come sia morto Ogorchukwu.

Come interpretare questo voluto silenzio? Difficile dirlo, nonostante la dinamica dei fatti sembri piuttosto chiara e con essa le responsabilità di Ferlazzo, detenuto al momento nel carcere di Ancona-Montacuto. Che sia emerso qualcosa che non era stato considerato in una prima fase?

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

CittàWhatsappTelegram
Ancona350.0532033@VivereAncona
Ascoli353.4149022@VivereAscoli
Camerino340.8701339@VivereCamerino
Civitanova376.0316331@VivereCivitanova
Fabriano376.0081705@VivereFabriano
Fano350.5641864@VivereFano
Fermo351.8341319@VivereFermo
Jesi371.4821733@VivereJesi
Macerata328.6037088@VivereMacerata
Osimo320.7096249@VivereOsimo
Pesaro371.4439462@ViverePesaro
Recanati366.9926866@VivereRecanati
San Benedetto351.8386415@VivereSanBenedetto
Senigallia351.7275553@VivereSenigallia
Urbino371.4499877@VivereUrbino

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 376 0316331 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”.
Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.








Questo è un articolo pubblicato il 02-08-2022 alle 16:52 sul giornale del 03 agosto 2022 - 594 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere civitanova, articolo, marco pagliariccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/di6C





logoEV
logoEV
logoEV