Il prefetto convoca d'urgenza il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica: "rafforziamo i controlli e rispondiamo con solidarietà a un raptus irrazionale"

3' di lettura 30/07/2022 - Il sindaco di Civitanova Marche Fabrizio Ciarapica ha partecipato al Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica convocato questa mattina alle 9 dalla Prefettura di Macerata a seguito dell’omicidio di Alika Ogorchukwu, 39 anni, venditore ambulante nigeriano, che ha perso la vita ieri, a causa di un’aggressione in pieno giorno, lungo corso Umberto I.

«Nel corso del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza subito doverosamente convocato dalla Prefettura – riferisce il sindaco Ciarapica – è stata fatta una approfondita disamina di quanto accaduto, analizzando ogni aspetto delle modalità dell’aggressione e di un contesto come quello di Civitanova perfettamente attenzionato dalle Forze dell’ordine. I controlli sulla costa sono stati intensificati da tempo, e l’impegno è quello di rafforzare il lavoro capillare già in atto a Civitanova, dove da settimane è stato approvato il Piano coordinato di controllo del territorio, strumento che consente appunto una maggiore presenza delle Forze dell’ordine. Si proseguirà su questa strada, con una attenta e mirata attività di pianificazione dei servizi di controllo, in un tessuto dove sono in funzione numerosi impianti di videosorveglianza, installati proprio per fungere da deterrente e coadiuvare le indagini delle Forze dell’ordine. Siamo sconvolti per questo fatto di sangue, è disumano. Non ci può essere nessuna giustificazione e di nessun tipo. In questo momento, il solo giudizio che possiamo dare è quello di ferma condanna. Ogni altro tentativo di etichettare un gesto che va oltre la comprensione umana, rischia di essere fuori luogo e va a ledere il rispetto del dolore della famiglia del nigeriano ucciso. Affermare che l’omicidio sia stato scatenato da odio razziale o altro, va solo a strumentalizzare un caso di cui non avremmo mai pensato di dare notizia nella nostra città. Al raptus efferato, irrazionale, incontrollabile rispondiamo con sdegno, dolore, solidarietà e con il rispetto della vittima e della sua famiglia, alla quale assicuriamo tutta la nostra vicinanza. Civitanova è una città viva, dinamica, accogliente, e lo voglio ribadire, l’atrocità accaduta ieri non rappresenta e non descrive il nostro territorio. Sul fronte della sicurezza l’amministrazione lavora di concerto con le Forze dell’ordine senza abbassare mai la guardia. Monitoriamo costantemente i luoghi sensibili, organizzando controlli a tappeto in fasce orarie e zone critiche a maggior rischio di microcriminalità».

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

CittàWhatsappTelegram
Ancona350.0532033@VivereAncona
Ascoli353.4149022@VivereAscoli
Camerino340.8701339@VivereCamerino
Civitanova376.0316331@VivereCivitanova
Fabriano376.0081705@VivereFabriano
Fano350.5641864@VivereFano
Fermo351.8341319@VivereFermo
Jesi371.4821733@VivereJesi
Macerata328.6037088@VivereMacerata
Osimo320.7096249@VivereOsimo
Pesaro371.4439462@ViverePesaro
Recanati366.9926866@VivereRecanati
San Benedetto351.8386415@VivereSanBenedetto
Senigallia351.7275553@VivereSenigallia
Urbino371.4499877@VivereUrbino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-07-2022 alle 16:09 sul giornale del 01 agosto 2022 - 615 letture

In questo articolo si parla di attualità, civitanova marche, comune di civitanova marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/diFG





logoEV
logoEV
logoEV
qrcode