Gli Ecologisti contrari alla realizzazione dell’antenna in via Caracciolo, chiedono un confronto e di non approvare il progetto

3' di lettura 23/07/2022 - Le elezioni sono state fatte i risultati hanno determinato chi deve amministrare e come, i cittadini hanno scelto ed è giusto che l’amministrazione, Sindaco e giunta, impongano i loro progetti. È anche giusto che le minoranze manifestino le loro posizioni e affermino le proprie idee e che manifestino l’opposizione a ciò che non ritengono giusto per la città.

Gli Ecologisti, forti delle proprie idee, nel rispetto dei propri elettori (pochi diranno molti, ma certamente hanno pari dignità di affermare le proprie posizioni), manifestano la loro contrarietà all’antenna.

Dopo l’assolvimento burocratico che ogni nuova amministrazione deve compiere si passa ai consigli comunali e a prendere le decisioni. Al primo e vero consiglio comunale, il Sindaco porta a decidere sulla realizzazione dell’antenna di via Caracciolo, chiedendo l’acquisizione di un’area pubblica in via zona Cristoforo Colombo per provvedere alla concessione verso privati.

Gli Ecologisti, come affermato in campagna elettorale, sono contrari alla realizzazione.

Non è un’opera prioritaria, non lo è dal punto di vista dell’urgenza, non lo è dal punto di vista strutturale, il funzionamento della rete informatica può attivare forme alternative più efficienti e molto più sicure alla salute dei cittadini. Non riusciamo a capire il Sindaco, che accoglie la richiesta di una parte dei cittadini, ritenendo, giustamente, e riconoscendo lui stesso le problematiche alla salute dannose, tanto da spostarla. Non capiamo il perché una struttura ritenuta dannosa in un luogo, diventa buona e salubre per un altro luogo, e addirittura è lo stesso comune a dare il terreno pubblico per realizzarla.

Siamo coscienti che le problematiche legate alle onde elettromagnetiche è controversa e di difficile soluzione, dove si intromettono interessi multinazionali, coperti e sostenuti anche dal governo Europeo ma un Sindaco, deve difendere i propri cittadini, e con loro aprire un confronto; anche perché, se nasce un comitato di cittadini in zona Cristoforo Colombo? Che si fa si sposta di nuovo? Noi siamo disponibili al confronto e diamo il nostro impegno a risolvere, con un confronto che coinvolga soprattutto i cittadini.

Si chiede perciò al Sindaco, e a tutto il consiglio comunale di non approvare il progetto e chiediamo un confronto con tutte le forze politiche, le associazioni, i comitati e i cittadini.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

CittàWhatsappTelegram
Ancona350.0532033@VivereAncona
Ascoli353.4149022@VivereAscoli
Camerino340.8701339@VivereCamerino
Civitanova376.0316331@VivereCivitanova
Fabriano376.0081705@VivereFabriano
Fano350.5641864@VivereFano
Fermo351.8341319@VivereFermo
Jesi371.4821733@VivereJesi
Macerata328.6037088@VivereMacerata
Osimo320.7096249@VivereOsimo
Pesaro371.4439462@ViverePesaro
Recanati366.9926866@VivereRecanati
San Benedetto351.8386415@VivereSanBenedetto
Senigallia351.7275553@VivereSenigallia
Urbino371.4499877@VivereUrbino


Ecologisti Confederati più Eco

Tonino Quattrini





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-07-2022 alle 11:54 sul giornale del 25 luglio 2022 - 142 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dhhO





logoEV
logoEV
qrcode