Morgoni incontra gli artigiani e mira sulla Tari: "da rivedere le effettive superfici di produzione del rifiuto"

3' di lettura 28/05/2022 - Nell’incontro con le associazioni di categoria artigiani, piccoli e medi industriali, il candidato sindaco Vinicio Morgoni, accompagnato dai candidati delle liste che lo sostengono della categoria, ha parlato anche di Tari.

La Tari è il tributo destinato alla copertura integrale di tutti i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, fatta eccezione per i costi relativi ai rifiuti speciali non assimilati al cui smaltimento provvedono a proprie spese i relativi produttori. Ad oggi, l’applicazione della tariffa viene calcolata sulla superficie calpestabile, determinata considerando la superficie dell’unità al netto dei muri interni dei pilasti e dei muri perimetrali. Nello specifico, per quanto riguarda la produzione di rifiuti speciali non conferibili al pubblico servizio si applica una riduzione in via presuntiva, riduzione in percentuale calcolata sulla superficie dei locali adibiti ad attività produttiva o di lavorazione. L’art. 40 del regolamento applicato (DCC 13 del 30.03.2017) indica 14 categorie di attività per le quali è prevista una percentuale di abbattimento della superficie di calcolo ed una ulteriore percentuale dedicata alle attività non elencate. Il beneficio indicato è alquanto esiguo per le attività che sono obbligate allo smaltimento “privato” poiché la maggior parte di esse producono percentuali altissime di rifiuti speciali pericolosi non conferibili al pubblico servizio. Attività come officine meccaniche e carrozzerie smaltiscono il 90% dei rifiuti prodotti in forma privata e conferiscono al pubblico servizio esegui quantitativi di rifiuti assimilabili costituiti prevalentemente da imballaggi, il cui circuito di recupero permette al gestore di ottenere successivamente un ricavo dalla loro commercializzazione (carta, plastica, ecc…); Industrie di medie e grandi superfici che svolgono attività a bassa produzione di rifiuti si trovano nella medesima condizione con esborsi inaccettabili in funzione delle tipologie e dei quantitativi dei rifiuti prodotti e conferiti.

La revisione del principio di applicazione della Tari verso una tassazione in percentuale all’effettiva superficie di produzione del rifiuto da conferire al pubblico servizio, in sintesi, per la maggior parte delle attività produttive da applicarsi a uffici, bagni e spogliatoi, risulterebbe essere semplicemente più equilibrato. Va tuttavia considerato il costo della gestione amministrativa che comunque dovrebbe essere garantito dall’introito e che risulta essere ad oggi un po' lacunosa.

È probabile che il caos gestionale sia direttamente proporzionale al poco personale a disposizione, formato essenzialmente soltanto nei regolamenti comunali e poco nella normativa ambientale. Il rapporto ente-contribuente va rafforzato attraverso strumenti idonei ed atti a velocizzare e semplificare l’attività lavorativa di tutti. Le gestioni privati-aziende andrebbero separate, ciò consentirebbe una preparazione specifica del personale addetto sia nell’applicazione dei regolamenti comunali, sia nella lettura dei documenti in entrata, risultando essere più snella e settoriale ma anche più qualificata in virtù delle sostanziali e diverse problematiche dei soggetti tassati.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

CittàWhatsappTelegram
Ancona350.0532033@VivereAncona
Ascoli353.4149022@VivereAscoli
Camerino340.8701339@VivereCamerino
Civitanova376.0316331@VivereCivitanova
Fabriano376.0081705@VivereFabriano
Fano350.5641864@VivereFano
Fermo351.8341319@VivereFermo
Jesi371.4821733@VivereJesi
Macerata328.6037088@VivereMacerata
Osimo320.7096249@VivereOsimo
Pesaro371.4439462@ViverePesaro
Recanati366.9926866@VivereRecanati
San Benedetto351.8386415@VivereSanBenedetto
Senigallia351.7275553@VivereSenigallia
Urbino371.4499877@VivereUrbino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-05-2022 alle 09:20 sul giornale del 30 maggio 2022 - 141 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c9A7





logoEV
logoEV