Riqualificazione del basso bacino del Chienti, Fronte Verde: "Bene la ciclabile, ma prima bisognerebbe pensare all'inquinamento del sito"

2' di lettura 15/05/2022 - Il Fronte Verde plaude all’iniziativa per la riqualificazione del basso bacino del Chienti, siglata da otto Comuni. Un ritardo di circa 20 anni, ma come si dice dalle nostre parti “meglio tardi che mai”.

Il progetto, parla della realizzazione di un percorso di mobilità sostenibile, è prevista la realizzazione anche di aree attrezzate, circuiti di trekking, nordic walking, mountain bike e percorsi ciclopedonali. È un progetto ambizioso che potrebbe stringere ancor di più i rapporti che hanno una profonda radice comune.

Siglato un protocollo di mobilità sostenibile relativa ai territori prospicienti l’asta fluviale del Chienti, per il tratto che collega Civitanova Marche a Corridonia. Che punta, a parole, sulla conservazione della biodiversità, sulla valorizzazione delle risorse naturali, del paesaggio agrario e dell’edilizia rurale con dei percorsi culturali». Ma dell’inquinamento, di quello che è catalogato come uno dei 30 siti nazionali più inquinato d’Italia. Perché nessuno ne parla?

Va bene la ciclabile, che andrebbe continuata fino alla Abbadia di Fiastra, ma è urgente e più importante un risanamento della zona. È assurdo prevedere una struttura per il benessere e costruirla su una zona altamente inquinata. Gli otto Comuni interessati dovrebbero, prima di ogni propaganda spicciola, impegnarsi a mettersi in norma con una rete fognaria, alcuni di quei comuni riversano ancora fogne sui fossi e nel fiume Chienti, risanare i singoli siti inquinati del proprio territorio. Della ciclabile se ne parla da 15 anni, l’inquinamento del basso Bacino Chienti ha una storia di oltre 30 anni.

Non si nasconde la polvere sotto al tappeto. Non è serio programmare una ciclabile e lasciare l’inquinamento sotto la pista. Le persone sono stufe di queste passerelle sotto le elezioni. La politica dovrebbe essere una seria cosa, attenta alla salute dei cittadini e del sistema naturale che lo circonda.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

CittàWhatsappTelegram
Ancona350.0532033@VivereAncona
Ascoli353.4149022@VivereAscoli
Camerino340.8701339@VivereCamerino
Civitanova376.0316331@VivereCivitanova
Fabriano376.0081705@VivereFabriano
Fano350.5641864@VivereFano
Fermo351.8341319@VivereFermo
Jesi371.4821733@VivereJesi
Macerata328.6037088@VivereMacerata
Osimo320.7096249@VivereOsimo
Pesaro371.4439462@ViverePesaro
Recanati366.9926866@VivereRecanati
San Benedetto351.8386415@VivereSanBenedetto
Senigallia351.7275553@VivereSenigallia
Urbino371.4499877@VivereUrbino


da Fronte Verde Ecologisti Confederati
Macerata





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-05-2022 alle 12:03 sul giornale del 16 maggio 2022 - 233 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c7zs





logoEV
logoEV