A 45 anni dall'assassinio del maresciallo Piermanni, le commemorazioni organizzate dal Comne

3' di lettura 13/05/2022 - Mercoledì, 18 maggio a partire dalle 18 sul lungomare Sud Piermanni, verrà celebrato dall’amministrazione comunale in collaborazione con l’associazione Arma Carabinieri e la Presidenza del Consiglio Comunale il 45° Ricordo del sacrificio del Maresciallo Piermanni, Medaglia d’Oro al Valor Militare.

Ricco il programma delle celebrazioni che ritorneranno al completo come nel periodo pre-covid. Alle 17.45 ci sarà il ritrovo davanti al monumento dedicato al Maresciallo. Alle 18 si darà il via alla commemorazione con l’alzabandiera cui farà seguito la lettura delle motivazioni ufficiali con le quali è stata concessa da parte del Presidente della Repubblica la Medaglia d’Oro al Valor militare. A seguire saranno resi gli onori ai caduti con la deposizione della corona d’alloro da parte dei Carabinieri in Alta Uniforme. Le note del Silenzio e l’Inno Nazionale apriranno gli interventi programmati del Sindaco, Fabrizio Ciarapica, dell’Ispettore Regionale dell’Associazione Carabinieri, Generale Tito Baldo Honorati e del Comandante regionale dell’Arma dei Carabinieri, Generale Fabiano Salticchioli. Al termine si formerà il corteo che si muoverà verso Piazza XX Settembre dove farà tappa davanti alla stele che fu realizzata a suo tempo dagli amici del Maresciallo Piermanni per confluire poi nella Chiesa di San Pietro dove sarà officiata la Santa Messa in suffragio dal Parroco, Don Mario Colabianchi. Alla celebrazione prenderanno parte: la vedova Piermanni, signora Giovanna Paolone, la figlia Dominique e il sottotenente, Serafino Piermanni, nipote di Sergio, Presidente dell’Anc di Bologna.

Un anniversario drammatico per la città che l’amministrazione comunale e l’Arma dei Carabinieri vogliono commemorare per ricordare il sacrificio che il Maresciallo Piermanni compii nell’espletazione del proprio dovere perdendo la vita valorosamente nel corso del conflitto colpendo a morte anche un criminale il 18 Maggio del 1977 alla stazione di Civitanova Marche. Un vero eroe che si sacrificò in difesa della legalità e che la Città vuole ringraziare e non vuole dimenticare.

A Porto San Giorgio si terrà contemporaneamente l’analoga cerimonia in ricordo dell’Appuntato, Alfredo Beni che per primo fu ucciso per mano del clan dei catanesi: questo fu uno degli episodi più efferati che la nostra storia di criminalità ricordi, che si sviluppò nel corso di tre distinti e violentissimi conflitti a fuoco che ne derivarono ed ai quali presero parte, complessivamente, dieci carabinieri, due di questi ultimi, appunto Piermanni e Beni, entrambi dopo aver efficacemente reagito con il fuoco delle proprie armi, persero la vita ed altri due furono gravemente feriti. All’indomani dei conflitti gli ultimi due malviventi furono arrestati e la banda fu sgominata.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

CittàWhatsappTelegram
Ancona350.0532033@VivereAncona
Ascoli353.4149022@VivereAscoli
Camerino340.8701339@VivereCamerino
Civitanova376.0316331@VivereCivitanova
Fabriano376.0081705@VivereFabriano
Fano350.5641864@VivereFano
Fermo351.8341319@VivereFermo
Jesi371.4821733@VivereJesi
Macerata328.6037088@VivereMacerata
Osimo320.7096249@VivereOsimo
Pesaro371.4439462@ViverePesaro
Recanati366.9926866@VivereRecanati
San Benedetto351.8386415@VivereSanBenedetto
Senigallia351.7275553@VivereSenigallia
Urbino371.4499877@VivereUrbino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2022 alle 14:47 sul giornale del 14 maggio 2022 - 134 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c7jM





logoEV
logoEV
logoEV