Squadroni non si ferma e pubblica il video del fuori onda che imbarazza Ciarapica: "no a denunce, ma la gente deve sapere"

7' di lettura 26/04/2022 - Silvia Squadroni non si ferma, anzi. La candidata sindaco di SiAmo Civitanova ha infatti pubblicato sui suoi social il fuori onda, estratto dalla parte finale di un consiglio comunale in videoconferenza risalente al 20 ottobre 2020, nel quale il sindaco Fabrizio Ciarapica, il presidente del consiglio comunale Claudio Morresi e il segretario comunale Sergio Morosi parlano tra di loro, pensando di non essere online, di varie questioni legate a urbanistica e gestione dei fondi pubblici in maniera piuttosto “allegra”.

Squadroni ha pubblicato l’estratto video incriminato (visibile qui) introducendolo con un’analisi al vetriolo. «L’entourage del sindaco minaccia di querela chiunque osi pubblicare il video del vergognoso dopo consiglio: ecco, lo faccio io, senza alcun timore e con il conforto di un team di colleghi penalisti che mi supporteranno, controquerelando, se loro osassero sfidare la verità – dice Squadroni nel post pubblicato a corredo del video – basta bugie, basta inciuci, basta interessi privati e basta giocare con la pelle dei civitanovesi. Basta negare l’evidenza».

Squadroni ha anche introdotto la clip con una sua ulteriore riflessione. «Da avvocato e a scanso di equivoci, il video è stato visionato da esperti e legali penalisti, confermandomi la legittimità dell’utilizzo dello stesso, che non dirigerà all’autorità giudiziaria poiché credo che le elezioni si vincano col consenso, non con l’indagine penale – afferma la candidata sindaco – però è importante che la gente sappia, perché io voglio il cambiamento e tutte le persone che mi sostengono hanno il coraggio di cambiare queste dinamiche».

Entrando nel merito del dialogo a tre, rimasto evidentemente solo per un certo periodo di tempo online a livello pubblico, (oggi non ve n’è traccia cercando di visionare la parte finale della registrazione della seduta, reperibile al sito civitanovamarchetv.com), la discussione parte dalla variante Amadori, fresca di bocciatura da parte del consiglio comunale. «Ora che avevamo ripulito tutto il settore vertenze…», afferma il segretario comunale. «Ce po’ fa la causa questi?», chiede il sindaco. «Debbono dimostrare il danno però te rompono le scatole, perché spendi 50 mila euro de avvocati come niente», spiega Morosi. «L’avvocato Calzolaio tutto contento», ci scherza su Ciarapica. «L’avevamo incaricato di darci un parere così e ci ha mandato qualcosa, però non più de tanto», chiude Morosi.

La discussione passa poi alla questione dell’ex liceo scientifico, oggi diventato il nuovo supermercato Sì con te, saltando velocemente ai ricavi dalla vendita di Gas Marca. «Servono per tutto – aggiunge Morosi – già ne abbiamo spesi 500 mila per l’assistenza, 7-800 per la transazione, 1,3 milioni l’abbiamo messo sulle opere, 450 ci serviranno per i marinai…». Su Villa Conti, invece, Ciarapica si scopre d’accordo con Corvatta. «Non ha esercitato la prelazione, ma giustamente: 3-4 milioni per farci che?», dice il primo cittadino, che poi torna a parlare del progetto del Varco sul Mare in accordo con il Politecnico di Milano.

Sull’affidamento delle progettazioni ecco uno dei passaggi più contestati al sindaco: «eh, ce lo fa Perugini». Corrado Perugini ovvero responsabile regionale dell’organizzazione di Forza Italia, compagno di partito di Ciarapica e Morresi. «Oggi lo poro Corrado non l’ho sentito per niente, non l’ho chiamato per niente, perché me sa che… Però dicemocelo tra noi: il liceo l’ha portato a casa. Quello lo conosceva zero, ce l’ho messo in contatto io, ha rimediato dai».

Poi si torna a discutere della variante Amadori. «Quessa è stata gestita male», entra in scena Morresi. «Doveva partì 2 mesi fa dall’assessore, ce doveva lavorà e infiocchettarla per bene, doveva far vedere che se faceva le strade. Ottavino su quesso ha sempre remato contro. Gli Amadori secondo me uno sforzo dovevano farlo… Stavolta c’ha rpensato tutto, dopo noi glie semo dato motivo perché come dice Claudio non la semo costruita bene, non abbiamo valorizzato quello che avremmo fatto con gli oneri, dopo loro è stati un po’ rigidini: se ce metteva qualcosetta in più secondo me passava», spiega Ciarapica, facendo intendere che arricchendo di dettagli sul fronte pubblico la delibera forse sarebbe passata con i voti della parte della maggioranza che invece la stoppò. «L’unica cosa è che se facevano l’albergo da 250 camere secondo me è veramente un rischio troppo grosso, chi c…. te le riempie 250 camere? È talmente grosso che per farlo funzionare c’ha dei costi fissi…», replica Morosi.

La conversazione, della durata di 7-8 minuti, si conclude quando Morresi si accorge che i tre sono in realtà ancora in diretta, seppur sia tarda notte. «Stiamo parlando in streaming in diretta», fa notare il presidente del consiglio, quando però ormai i buoi sono scappati. «Stacca», gli consiglia Morosi. «Cancelliamo dai, andiamo a dormì», conclude Morresi. E in effetti, poi, questa parte della seduta non c’è nella registrazione che appare sul sito del Comune. Ma evidentemente era troppo tardi ormai: qualcuno stava osservando e ha fatto in tempo a scaricare e conservare il file, che riemerge ora, a distanza di un anno e mezzo.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

Città

Whatsapp

Telegram

Ancona

350.0532033

@VivereAncona

Ascoli

353.4149022

@VivereAscoli

Camerino

340.8701339

@VivereCamerino

Civitanova

376.0316331

@VivereCivitanova

Fabriano

376.0081705

@VivereFabriano

Fano

350.5641864

@VivereFano

Fermo

351.8341319

@VivereFermo

Jesi

371.4821733

@VivereJesi

Macerata

328.6037088

@VivereMacerata

Osimo

320.7096249

@VivereOsimo

Pesaro

371.4439462

@ViverePesaro

Recanati

366.9926866

@VivereRecanati

San Benedetto

351.8386415

@VivereSanBenedetto

Senigallia

351.7275553

@VivereSenigallia

Urbino

371.4499877

@VivereUrbino






Questo è un articolo pubblicato il 23-04-2022 alle 18:00 sul giornale del 26 aprile 2022 - 537 letture

In questo articolo si parla di politica, vivere civitanova, articolo, marco pagliariccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c3x3





logoEV
logoEV