Il Chienti fa paura, i residenti del quartiere Fontanella denunciano: "Ghiaia e tronchi ammassati sotto al ponte, c'è rischio esondazione"

4' di lettura 25/01/2022 - «E’ come pulire tutto l’interno di una bottiglia ma lasciarci il tappo sopra». C’è preoccupazione tra i residenti del quartiere Fontanella per le condizioni in cui versa il tratto finale del fiume Chienti.

Grandi cumuli di materiale terroso e ghiaia, ma anche grossi tronchi e cumuli di vegetazione si sono accumulati e si stanno accumulando sotto i ponti della Statale e della ferrovia che collegano Civitanova e Porto Sant’Elpidio: il rischio che alla prossima piena l’acqua non riesca a defluire al meglio verso il mare e finisca per esondare, allagando il quartiere, è concreto. «Sono stati fatti dei lavori nel 2019 ed è stato ripulito l’alveo tra il ponte della Statale e quello dell’A14 – ricorda un cittadino che si è fatto portavoce delle preoccupazioni dei residenti della zona – una pulizia veloce, che ha sì liberato il letto del fiume ma solo spostando i materiali sulle due sponde. Non si è capito perché invece negli ultimi 2-300 metri di fiume, quelli fino alla foce, non si sia mai completato l’intervento. Abbiamo chiesto alla Protezione Civile, ci è stato detto che non c’erano più soldi ma che ne sarebbero stati stanziati altri in futuro. Ma sono passati più di due anni e ancora niente».

Il risultato è che il letto del fiume si è alzato di molto rispetto a 10-15 anni fa e questo è minaccia per chi lungo le sponde ci vive, ma anche per i percorsi ciclopedonali che si stanno sviluppando in questi anni. «Durante le festività natalizie c’è stata una piena importante, gli argini hanno retto ma tutto il materiale che era stato ammassato negli anni passati è stato completamente eroso e si è ammassato sui piloni – aggiunge il residente – noi siamo preoccupati perché alla prossima piena potrebbe non andare così bene. Poi c’è il tubo delle acque bianche, che scarica nei pressi della cascatella, che è ostruito anche quello e l’abbiamo segnalato anche in Comune. Ora la Protezione Civile è molto impegnata col covid e non riesce a seguire anche questa problematica, ma qui la situazione è pericolosa, vogliamo che si intervenga una volta per tutte».

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

Città

Whatsapp

Telegram

Ancona

350.0532033

@VivereAncona

Ascoli

353.4149022

@VivereAscoli

Camerino

340.8701339

@VivereCamerino

Civitanova

348.7699158

@VivereCivitanova

Fabriano

376.0081705

@VivereFabriano

Fano

350.5641864

@VivereFano

Fermo

351.8341319

@VivereFermo

Jesi

371.4821733

@VivereJesi

Macerata

328.6037088

@VivereMacerata

Osimo

320.7096249

@VivereOsimo

Pesaro

371.4439462

@ViverePesaro

Recanati

366.9926866

@VivereRecanati

San Benedetto

351.8386415

@VivereSanBenedetto

Senigallia

351.7275553

@VivereSenigallia

Urbino

371.4499877

@VivereUrbino








Questo è un articolo pubblicato il 25-01-2022 alle 12:43 sul giornale del 26 gennaio 2022 - 547 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere civitanova, articolo, marco pagliariccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cHmx





logoEV
logoEV
logoEV