"In attesa da 44 giorni dei documenti su personale e acquisto dispositivi covid", Silenzi tuona contro Atac e Belvederesi

4' di lettura 11/01/2022 - Sono passati 44 giorni e ancora non mi sono stati forniti i documenti richiesti all’Atac. Il presidente Belvederesi, e con lui tutto il cda, non rispettano la legge, si comportano come se la società che amministrano per nomina politica, non fosse alimentata da capitale interamente pubblico (cioè dei civitanovesi) e come se non dovesse rispondere dei principi di trasparenza nei confronti dei consiglieri comunali.

Ad oggi non ho avuto i documenti in quanto alle richieste di accesso relative alla selezione del personale nonché quella concernente l'acquisto di mascherine e tamponi mi veniva risposto che “…è necessario corredare l'accesso con la relativa motivazione...” e che “…è necessaria una motivazione sulla base della quale si valuterà come meglio procedere a formulare il migliore riscontro”. Una richiesta sfacciatamente illegittima e davanti a questo assurdo comportamento, non volendo fare denunce per abuso di ufficio, mi sono rivolto al segretario generale, dottor Sergio Morosi, che dovrebbe essere garante della legalità nel Comune di Civitanova.

Il segretario comunale ha subito scritto a Belvederesi per ribadire che “su tale problematica corre l’obbligo di evidenziare che l’articolo 43, secondo comma, del decreto 267/2000 Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali prevede che i consiglieri comunali e provinciali… hanno diritto di ottenere dagli uffici… tutte le notizie e le informazioni in loro possesso utili all’espletamento del proprio mandato” e poi “si evidenzia inoltre che il diritto di accesso dei Consiglieri è un diritto più ampio di quello appartenente alla generalità dei cittadini e che lo stesso non abbisogna di una specifica motivazione se non quella dell’esercizio del mandato di consigliere” e chiede a Belvederesi "di voler relazionare nel più breve tempo possibile, comunque non oltre sette giorni dal ricevimento della presente esclusivamente per pec, sulle circostanze riportate dal consigliere Silenzi nella allegata nota e ciò al fine di salvaguardia dei diritti dei Consiglieri comunali”. Non poteva essere diversamente tanto è chiara la normativa e l’assurdità, oltre che l’illegalità, delle loro richieste. Ne potevo fare un caso rivolgendomi alla magistratura, ma voglio invece evidenziare il modo arrogante di amministrare di Belvederesi che tra l’altro è anche segretario provinciale dei Fratelli d’Italia e dovrebbe avere maggior rispetto della legge e maggior senso di correttezza istituzionale. Ora aspettiamo i 7 giorni stabiliti dal segretario, dopodiché, mio malgrado, essendo trascorsi 2 mesi dovrò tutelare i miei diritti di Consiglieri Comunale.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

Città

Whatsapp

Telegram

Ancona

350.0532033

@VivereAncona

Ascoli

353.4149022

@VivereAscoli

Camerino

340.8701339

@VivereCamerino

Civitanova

348.7699158

@VivereCivitanova

Fabriano

376.0081705

@VivereFabriano

Fano

350.5641864

@VivereFano

Fermo

351.8341319

@VivereFermo

Jesi

371.4821733

@VivereJesi

Macerata

328.6037088

@VivereMacerata

Osimo

320.7096249

@VivereOsimo

Pesaro

371.4439462

@ViverePesaro

Recanati

366.9926866

@VivereRecanati

San Benedetto

351.8386415

@VivereSanBenedetto

Senigallia

351.7275553

@VivereSenigallia

Urbino

371.4499877

@VivereUrbino






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-01-2022 alle 17:36 sul giornale del 12 gennaio 2022 - 200 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cEDm





logoEV
logoEV