Bolkestein, Forza Italia eUdc presentano una mozione in consiglio regionale, "mettiamo in sicurezza i titolari di concessioni"

4' di lettura 07/12/2021 - Salviamo il settore dei balneari dalla direttiva Bolkestein. Questa mattina ho provveduto a protocollare con l’assessore regionale Stefano Aguzzi, il vicepresidente Gianluca Pasqui (FI), il presidente del Consiglio Dino Latini (Udc) e il consigliere regionale Giacomo Rossi (Civici) una mozione ad hoc a sostegno degli operatori balneari a gennaio arriverà nelle Marche anche il senatore Maurizio Gasparri.

Dopo l’incontro con i balneari a Civitanova, a cui ho partecipato anche io in qualità di capogruppo regionale FI, il sindaco Fabrizio Ciarapica ha incontrato a Roma il senatore Gasparri che a gennaio sarà nelle Marche per un incontro con la categoria. Vogliamo infatti tutelare gli operatori dallo spettro della direttiva Bolkestein. Al riguardo oggi ho protocollato una mozione, sottoscritta anche dai colleghi Consiglieri regionali Gianluca Pasqui, Dino Latini e Giacomo Rossi, a tutela delle concessioni balneari.

Nella mozione chiediamo al presidente Acquaroli e alla Giunta regionale di salvare il settore balneare e portuale turistico italiano, attivandosi presso tutte le istituzioni nazionali e comunitarie per fare in modo che le concessioni demaniali marittime siano estromesse dall’applicazione della Direttiva 2006/123/CE, facendo prevalere l’interesse nazionale garantito dalla Costituzione Italiana, con a prevalere un diritto originario sui trattati e direttive europee, diritto derivato, secondo il virtuoso esempio di quanto già accade in Germania e di quanto avvenuto specificatamente in Spagna. Chiediamo anche di proporre rapidamente, con apposita iniziativa legislativa, la messa in sicurezza delle attuali concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali ad uso turistico ricreativo e portuale turistico. Il tutto, attraverso la proposizione di misure in grado di tutelare l’attività delle imprese interessate, con tutti quei principi giuridici nazionali ed europei, quali il diritto al lavoro, il diritto di proprietà aziendale, il legittimo affidamento, i motivi imperativi di interesse generale, nonché il valore aziendale e il diritto di prelazione, al fine di assicurare la legittima continuità imprenditoriale delle concessioni in essere con un titolo di lunga durata. E irragionevole, infatti, l’applicazione retroattiva della Direttiva Servizi alle concessioni sorte anteriormente il suo recepimento e all’affermazione del principio di evidenza pubblica comunitaria.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

Città

Whatsapp

Telegram

Ancona

350.0532033

@VivereAncona

Ascoli

353.4149022

@VivereAscoli

Camerino

340.8701339

@VivereCamerino

Civitanova

348.7699158

@VivereCivitanova

Fabriano

376.0081705

@VivereFabriano

Fano

350.5641864

@VivereFano

Fermo

351.8341319

@VivereFermo

Jesi

371.4821733

@VivereJesi

Macerata

328.6037088

@VivereMacerata

Osimo

320.7096249

@VivereOsimo

Pesaro

371.4439462

@ViverePesaro

Recanati

366.9926866

@VivereRecanati

San Benedetto

351.8386415

@VivereSanBenedetto

Senigallia

351.7275553

@VivereSenigallia

Urbino

371.4499877

@VivereUrbino


da Jessica Marcozzi
Capogruppo regionale Forza Italia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-12-2021 alle 12:46 sul giornale del 09 dicembre 2021 - 158 letture

In questo articolo si parla di attualità, forza italia, jessica marcozzi, forza italia marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cyD3





logoEV
logoEV