Sindaci e blogger in bici per scoprire l'entroterra marchigiano: ecco l'Educational Tour firmato Noi Marche

6' di lettura 20/10/2021 - Quasi 500 chilometri di percorsi che si snodano tra 28 Comuni delle province di Ancona, Macerata e Fermo. La rete di Noi Marche si allarga sempre di più e tra sabato e domenica scende in strada con amministratori e giornalisti per conoscerla tutta in un “Educational Tour”.

L’iniziativa, che vedrà Civitanova e Falconara come punti di partenza e Penna San Giovanni come quello di arrivo, è stata presentata in sala consiliare a Civitanova alla presenza del sindaco Fabrizio Ciarapica. «E’ un progetto in cui crediamo molto e che è cresciuto molto dal 2012, quando eravamo soltanto in sette – ha rimarcato il primo cittadino – nel 2019, con l’aiuto di Mauro Fumagalli, è arrivato il salto in avanti integrando il progetto del Bike Festival. Siamo stati in grado di coinvolgere molte realtà, costruendo tanti percorsi cicloturisti per una rete di quasi 500 chilometri. La finalità è quella di promuovere il nostro patrimonio sotto tutti i punti di vista: artistico, storico, enogastronomico. Siamo contenti di poter collaborare con realtà che l’hanno fatto in grande sinergia. Ormai ci sono quasi 200 strutture bike friendly lungo il percorso, realtà attrezzate per dare servizi ai ciclisti».

Il ragionamento che il Comune di Civitanova porta avanti sul bike è complessivo, come testimonia la Bandiera gialla. «Qualche settimana fa abbiamo presentato in Regione il progetto di percorso ciclopedonale lungo il Chienti, che collega otto Comuni anche nel segno culturale e delle abbazie – ha aggiunto Ciarapica – ieri sera, invece, in giunta abbiamo conferito l’incarico a un tecnico per progettare una stazione cicloturistica all’ex mattatoio, una novità nel panorama regionale e un luogo da valorizzare visto che è affacciata sul percorso lungo Chienti e a due passi dalla Statale». Nella stazione cicloturistica confluiranno una serie di percorsi ciclabili per le differenti pratiche ciclistiche diffuse nel comprensorio. La struttura dovrà ospitare servizi specifici per il turista, quali un punto di informazione per il ciclista, ciclo officina, rental bike, e-bike station, bike room, spazi per servizi specifici (bike-bar-restaurant, bike-lounge, medical room, spazi per piccola ospitalità) e spazi flessibili come una sala formazione, eventi culturali, cortile, portico e spazio espositivo.

Tornando all’Educational Tour di questo weekend, il gruppone sarà diviso in tre sotto-gruppi. Due partiranno sabato mattina alle 8.30 dal Varco sul Mare, uno risalendo la Valle del Tenna e quindi il Fermano fino a Montegiorgio, l’altro seguendo il Chienti prima e il Potenza poi fino a Treia. Una terza carovana si ritroverà invece a Falconara per risalire la Vallesina fino a Matelica. Domenica, invece, tour sui Monti Sibillini e gran finale, per l’appunto, a Penna San Giovanni. A pedalare ci saranno sindaci e assessori, che lungo la strada si passeranno il testimone in una ideale staffetta che collega uno all’altro. «E’ un progetto ammirevole e lungimirante da parte di chi l’ha ideato – ha affermato il sindaco di Penna San Giovanni Stefano Burocchi – è stato colto un desiderio del consumatore, un turista locale ma anche straniero. Col cicloturismo possiamo scoprire l’eccezionalità delle Marche, facendo di essa e dell’Italia tutta una terra ancora appetibile. La manifattura sta cedendo con la concorrenza della manodopera a basso costo, solo le nicchie del Made in Italy tengono botta. Ma proprio il Made In è un brand da sfruttare, dato che abbiamo il 60% delle bellezze artistiche e architettoniche mondiali. La bici permette di apprezzare il panorama, un qualcosa che arricchisce l’esperienza del turista. Noi Marche è particolare per la presenza di così tanti Comuni, unisce la realtà dell’entroterra al litorale e fa condividere progetti e idee. Spero che si possa andare avanti su questa strada».

Molto soddisfatti i due motori dell’iniziativa, Loredana Miconi di Noi Marche e Mauro Fumagalli di Marche Bike Life: «Un ulteriore step in avanti su una strada già tracciata – hanno evidenziato i due, affiancati dai rappresentanti di diverse delle amministrazioni comunali coinvolte – al Ttg le nostre brochure sono state polverizzate, segno che c’è attenzione forte verso di noi. L’ulteriore passaggio era condividerlo con chi lavora nel settore, invitando giornalisti e blogger a pedalare da noi».

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

Città

Whatsapp

Telegram

Ancona

350.0532033

@VivereAncona

Ascoli

353.4149022

@VivereAscoli

Camerino

340.8701339

@VivereCamerino

Civitanova

348.7699158

@VivereCivitanova

Fabriano

376.0081705

@VivereFabriano

Fano

350.5641864

@VivereFano

Fermo

351.8341319

@VivereFermo

Jesi

371.4821733

@VivereJesi

Macerata

328.6037088

@VivereMacerata

Osimo

320.7096249

@VivereOsimo

Pesaro

371.4439462

@ViverePesaro

Recanati

366.9926866

@VivereRecanati

San Benedetto

351.8386415

@VivereSanBenedetto

Senigallia

351.7275553

@VivereSenigallia

Urbino

371.4499877

@VivereUrbino






Questo è un articolo pubblicato il 20-10-2021 alle 15:01 sul giornale del 21 ottobre 2021 - 278 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cpse





logoEV
logoEV