Basket: il derby è biancoblu, la Virtus piega Montegranaro e centra il primo successo stagionale

6' di lettura 11/10/2021 - Cuore, organizzazione e un Riccio in più nei momenti topici del match. La Virtus Civitanova, priva di capitan Felicioni, trova la combinazione giusta e piega la Sutor Montegranaro facendo suo l’importante scontro salvezza del PalaRisorgimento. La squadra di coach Schiavi controlla praticamente dall’inizio alla fine, ma solo nei minuti finali i colpi del numero 20 biancoblu mandano al tappeto la resistenza sutorina.

Pressing, continui cambi di difesa, intensità a mille: le ricette messe in campo dai due coach si somigliano molto in avvio di gara e anche i risultati non differiscono molto. L’equilibrio resta sostanziale fino ai minuti finali del primo quarto, quando i guizzi di Guerra e Musci scavano il primo solco del match: il 21-14 del 9’ viene tamponato solo da una schiacciatona di Masciarelli che chiude il primo quarto sul 21-16. La Virtus tiene le redini dell’incontro anche nel secondo periodo, ma la Sutor, pur vedendo i suoi lunghi Botteghi (esordio senza infamia e senza lode il suo) e Crespi caricarsi di falli (tre a testa a metà gara), resta in scia almeno fino ai minuti precedenti l’intervallo, quando i canestri di Musci e Cognigni producono il massimo vantaggio virtussino proprio sulla sirena di metà gara (40-30).

Al ritorno in campo l’intensità aumenta ancora, ma a risentirne sono percentuali ed errori da ambo le parti. A soffrire di più è Civitanova, che segna appena 2 punti nei primi 6’ e vede Montegranaro riaffacciarsi fino al -4 (42-38 al 24’ con tripla di Murabito). Gli ospiti, però, falliscono più di una occasione per azzannare davvero la partita e la Virtus trova energia inattesa uscendo dalla panchina da parte di Pedicone, che con un paio di canestri rimette in carreggiata i suoi, prima che Galipò, sulla sirena di fine periodo, trovi la bomba di tabella che riporta sotto i gialloblu (48-44). Sembra una partita destinata a un finale al cardiopalmo e invece coach Schiavi ritrova sul più bello il protagonista più atteso: Riccio, dopo una partita silenziosa per 30’, prima la spacca in due con un paio di triple, poi mette l’ultimo chiodo sulla bara veregrense con il jumper del 60-47 a 3’ dalla fine. Gli ospiti vanno in tilt, ma riescono quantomeno a non sprofondare: anche la differenza canestri può contare, ma intanto i 2 punti più preziosi di questo primo scorcio di stagione sono della Virtus.

Queste le parole di coach Schiavi a fine gara: «Siamo partiti molto bene ma la Sutor non ci ha mai mollato, ogni volta che facevamo qualche parziale loro rispondevano tenendoci sempre a breve distanza. Però siamo stati sempre avanti e quei 10 punti che abbiamo accumulato nel secondo quarto alla fine si sono rivelati determinanti in una partita a così basso punteggio. Nel terzo quarto facevamo molta fatica a fare canestro, ci sono tornati sotto minacciosamente ma proprio grazie a quel cuscinetto di punti siamo riusciti a tenere botta. Ho mescolato molto le carte perché siamo coscienti dei nostri limiti, qualcosa dobbiamo inventarci a livello tattico per sopperire alle carenze tecniche e fisiche. A maggior ragione stasera senza Felicioni. Questi cambi di difesa continui ci hanno pagato, aiutandoci a tenere botta nei momenti di difficoltà. Riccio decisivo? Sappiamo che per le sue qualità tecniche è imprescindibile per noi, lo sanno in primis i suoi compagni di squadra. Ma anche lui deve migliorare molto, è a corto di condizione dato che si allena da solo due settimane col gruppo però può crescere nelle esecuzioni e nell’intensità. Sta giocando in maniera troppo compassata secondo me, può fare molto di più. Domenica andiamo a Rieti con il cuore più leggero, sapendo che il nostro campionato passa da altre partite e parlo ad un plurale che in realtà è molto risicato. Andremo da loro a mente sgombra, sapendo di affrontare una delle big del campionato, magari questo potrà aiutarci a giocare un po’ meglio rispetto a stasera».

VIRTUS CIVITANOVA-SUTOR MONTEGRANARO 67-52

CIVITANOVA: Montanari, Rosettani, Seri ne, Cognigni 5, Guerra 18, Pedicone 5, Felicioni ne, Vallasciani 8, Dessì 4, Riccio 18, Musci 9. All.: Schiavi.

MONTEGRANARO: Galipò 7, Masciarelli 10, Angellotti, Torrigiani ne, Korsunov 10, Alberti 8, Ambrogi ne, Barbante, Mariani ne, Botteghi 5, Murabito 5, Crespi 7. All.: Baldiraghi.

ARBITRI: Fiore, Roberti.

PARZIALI: 21-16, 19-14, 8-14, 19-8.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

Città

Whatsapp

Telegram

Ancona

350.0532033

@VivereAncona

Ascoli

353.4149022

@VivereAscoli

Camerino

340.8701339

@VivereCamerino

Civitanova

348.7699158

@VivereCivitanova

Fabriano

376.0081705

@VivereFabriano

Fano

350.5641864

@VivereFano

Fermo

351.8341319

@VivereFermo

Jesi

371.4821733

@VivereJesi

Macerata

328.6037088

@VivereMacerata

Osimo

320.7096249

@VivereOsimo

Pesaro

371.4439462

@ViverePesaro

Recanati

366.9926866

@VivereRecanati

San Benedetto

351.8386415

@VivereSanBenedetto

Senigallia

351.7275553

@VivereSenigallia

Urbino

371.4499877

@VivereUrbino






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-10-2021 alle 09:51 sul giornale del 12 ottobre 2021 - 141 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cnFM





logoEV
logoEV