L'ex assessore Maika Gabellieri lascia la Lega: "Grazie ai vertici regionali, ma a Civitanova un partito immobile"

4' di lettura 24/09/2021 - Dopo un lungo periodo di riflessione, osservando l’andamento e l’operato della Lega civitanovese, sono giunta a prendere una sofferta ma inevitabile decisione. Decisione presa dopo aver atteso a lungo un cambiamento di rotta da parte del partito locale, tanto declamato sia dal commissario cittadino, che dal coordinatore provinciale, ma di fatto mai avvenuto.

L’immobilismo regna sovrano, o meglio tutto apparentemente tace e l’attitudine è quella di fare politica in modo clandestino e segreto dove gli attori non fanno sapere neppure qual è la “mission”. Mi chiedo allora quale sia l’attività politica della Lega portata avanti nella nostra città. Il partito cittadino sta mostrando da tempo difficoltà a relazionarsi col territorio, presentando grandi lacune nel creare una squadra pronta a operare in modo serio e puntuale in un territorio che ancora presenta problematiche a cui dover proporre soluzioni. Un commissario cittadino fantasma che ha poco tempo per il territorio, non comunica con gli iscritti, non dà notizie degli eventi in programma e soprattutto non presenta idee chiare sul da farsi. Una Lega, quella civitanovese, che rimane stretta al suo simbolo senza essere capace di esprimerne l’idea e l’anima.

Ora, rimanere fermi a guardare i tanti giochetti “politici” di chi deve vedere realizzare chissà cosa, non mi pare né corretto, né coerente con la mia persona e né con il mio fare politico e, tanto meno, con il mio elettorato che mi ha sostenuto alle scorse elezioni regionali. Purtroppo la mancanza di una vera struttura di partito locale inficia l’agire di questo. La Lega a livello regionale, dopo l’ottimo risultato ottenuto alle elezioni, grazie alla conduzione del commissario regionale Riccardo Augusto Marchetti, è stata in grado di organizzare una buona squadra di lavoro per operare sul territorio, risultando un partito presente, responsabile e soprattutto capace di portare risultati; purtroppo altrettanto non si può dire dell’andamento a Civitanova. La nostra città è la più importante della provincia, una tra le più importanti della regione e non merita di certo una conduzione latente come quella che sta mostrando.

Seppur onorata di aver fatto parte della Lega rappresentandola alla scorsa competizione regionale, grazie alla fiducia riposta nei miei confronti da parte degli onorevoli Andrea Crippa, Augusto Riccardo Marchetti e Mauro Lucentini, persone che profondamente stimo, oggi ho preso la decisione di uscire dal partito. Il mio non è di certo un addio alla politica, ma è una dichiarazione di volontà nel portare avanti la passione per il mio territorio e le mie idee con coerenza e concretezza.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

Città

Whatsapp

Telegram

Ancona

350.0532033

@VivereAncona

Ascoli

353.4149022

@VivereAscoli

Camerino

340.8701339

@VivereCamerino

Civitanova

348.7699158

@VivereCivitanova

Fabriano

376.0081705

@VivereFabriano

Fano

350.5641864

@VivereFano

Fermo

351.8341319

@VivereFermo

Jesi

371.4821733

@VivereJesi

Macerata

328.6037088

@VivereMacerata

Osimo

320.7096249

@VivereOsimo

Pesaro

371.4439462

@ViverePesaro

Recanati

366.9926866

@VivereRecanati

San Benedetto

351.8386415

@VivereSanBenedetto

Senigallia

351.7275553

@VivereSenigallia

Urbino

371.4499877

@VivereUrbino






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-09-2021 alle 17:06 sul giornale del 25 settembre 2021 - 240 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ck4m