Auto pirata lo investe sulle striscie e scappa, il racconto della vittima: "A Fontespina interventi subito o aspettiamo ci scappi il morto?"

3' di lettura 09/08/2021 - Poteva finire in tragedia venerdì sera lungo la Statale nei pressi dell’ex liceo scientifico. Erano le 23 circa quando un’auto, in un sorpasso azzardato, ha investito un uomo che stava attraversando la strada sulle strisce pedonali.

A raccontare l’episodio è la vittima stessa. «Ero appena uscito dal mio negozio per andare a buttare l'immondizia sul marciapiede sul lato opposto della strada, attraversando come sempre sulle strisce pedonali – racconta il commerciante – una macchina si ferma gentilmente per farmi attraversare, quando dal nulla un'altra auto sorpassa a destra la macchina che era ferma e che stava attendendo che io attraversassi e mi investe in pieno. Nello sbandare colpisce altre due macchine parcheggiate sul lato della strada, poi accelera il più possibile e scappa, lasciandomi lì a terra, in mezzo alla strada, con fratture al piede e alla mano».

A soccorrerlo alcune persone che erano nelle vicinanze, che hanno assistito a tutto la scena. «Il pirata della strada era alla guida di una vecchia Fiat Punto grigia, abbozzata davanti e su un lato – continua l’uomo – ovviamente mi sono recato al pronto soccorso ed è stata aperta un indagine dai carabinieri».

Solo il fato ha impedito che l’incidente si trasformasse nell’ennesima tragedia di questa estate funestata da una lunga scia di sangue sulle strade del Maceratese. Ma il commerciante chiede si faccia qualcosa per il tratto di Statale che taglia il quartiere Fontespina fino ad arrivare a Porto Potenza, dove le auto spesso sfrecciano a tutta velocità. «E’ un tratto diventato da troppo tempo pericolosa a livello preoccupanti – finisce l’uomo – io sono l'ennesima vittima quest'anno investita sulle strisce da auto che sfrecciano a tutta velocità e non soccorsa. Questa storia deve finire. Si devono prendere provvedimenti installando dossi, semafori, illuminazione e quant’altro. Si deve far sì che attraversare la strada non sia terrificante o mortale. Proprio pochi giorni fa un’altra persona è stata investita e non soccorsa sempre in quel tratto di strada. Quantealtri casi del genere dovranno verificarsi? Quante altre persone devono morire prima che si decida di fare qualcosa? A me è andata fin troppo bene, ma sarei potuto morire li, sulle strisce pedonali davanti al mio negozio. Questa storia deve finire».

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare un messaggio allo stesso numero.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/






Questo è un articolo pubblicato il 09-08-2021 alle 09:07 sul giornale del 10 agosto 2021 - 1089 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere civitanova, articolo, marco pagliariccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cd2G