Porto, Micucci: "Ciarapica porti in consiglio comunale il progetto di piano particolareggiato studiato con Unicam"

2' di lettura 20/07/2021 - Agli occhi degli operatori del porto e di tutti i civitanovesi Ciarapica ha solo un modo per recuperare la credibilità perduta: portare subito in consiglio comunale lo studio prodotto dall’Università di Camerino sul piano particolareggiato del porto.

Si tratta di ipotesi elaborate su incarico che venne affidato all’ateneo dalla giunta Corvatta e lasciato in eredità a Ciarapica, un studio che per quattro anni il sindaco ha tenuto nel cassetto e cancellato dal dibattito. Si tratta dell’unico modo per elaborare un piano di iniziativa pubblica e aperto anche all’intervento dei privati per il riammodernamento e lo sviluppo dell’area portuale, un percorso democratico, all’opposto di quello che ormai possiamo catalogare come il “sistema Ciarapica”, basato sulla concertazione dalla giunta con i privati e che sta producendo (dopo il caso Strever) il tentativo di privatizzazione dell’area portuale da dare in gestione ad un’unica società per i prossimi 90 anni. Ma Ciarapica non può continuare a comportarsi come un pokerista e a nascondere le carte fino all’ultimo momento. Tiri fuori lo studio dell’Università di Camerino sul piano di sviluppo del porto e apra un dibattito pubblico e trasparente che porti il consiglio comunale a un voto sulle scelte urbanistiche per l’area portuale. E non faccia al Pd lezioni di capacità amministrativa.

Quello Democratico non è il partito del no, ma il partito che ha amministrato in quella giunta che ha lasciata in eredità a Ciarapica lo studio universitario sul piano particolareggiato del porto e anche 12 milioni di euro per realizzare la rotatoria e il sottopasso sulla statale, progetti che l’incapacità del sindaco ha ingessato per anni. Poi certo, siamo contro il porto-Dubai che tanto piace a Ciarapica e il nostro no è in buona compagnia, vista la rivolta degli operatori del porto e dei civitanovesi. Quanto al Covid hospital fu il sottoscritto insieme all’ex governatore Ceriscioli a scegliere Civitanova come sede della struttura quindi la smetta Ciarapica di spargere la menzogna di un Pd contrario alla fiera Covid quando l’unico partito che ha manifestato contro quella struttura è stato quello dei suoi alleati Fratelli d’Italia. Sono queste falsità che rendono Ciarapica un personaggio non più credibile e la città se ne sta accorgendo.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare un messaggio allo stesso numero.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/


Francesco Micucci

Partito Democratico Civitanova Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-07-2021 alle 10:03 sul giornale del 20 luglio 2021 - 357 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ca3b





logoEV
logoEV