Accordo Assocalzaturifici-sindacati sui contratti di lavoro, aumenti dei salari minimi di 70 euro in tre anni

3' di lettura 22/06/2021 - È stata firmata a Milano, tra Assocalzaturifici e le principali organizzazioni sindacali di categoria (Femca-Cisl, Filctem- Cgil e Uiltec-Uil) l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto nazionale del settore calzaturiero scaduto il 31 dicembre 2019.

  1. nuovo contratto, che interessa circa 80 mila addetti in quasi 5800 imprese, decorre dal 1° gennaio 2020 e avrà durata fino al 31 dicembre 2023, per un totale di 48 mesi.

L’intesa prevede un aumento sui minimi salariali di 70 euro (quarto livello), suddiviso in tre tranche: dal primo dicembre 2021, 25 euro; dal primo settembre 2022, 25 euro; dal primo luglio 2023, 20 euro. Viene confermato l’importo, a titolo di elemento di garanzia retributiva, a favore di dipendenti da aziende prive della contrattazione aziendale o territoriale che non percepiscano altri trattamenti economici individuali o collettivi. L’ammontare sarà pari a 300 euro lordi per gli anni dal 2021 e seguenti. «Siamo soddisfatti per l’esito della trattativa – commenta il presidente di Assocalzaturifici, Siro Badon – siamo sicuri che questo è un ulteriore segnale di ripartenza per uno dei comparti produttivi più colpiti dall’emergenza pandemica. Il calzaturiero è uno dei settori trainanti del Made in Italy che nell'era precovid, valeva 14,33 miliardi di euro e a causa delle restrizioni imposte dal Covid -19 ha dovuto registrare la perdita di un quarto del fatturato, con un valore ridotto a 10,72 miliardi di euro. Tanti sono gli elementi in questo nuovo contratto che possono contribuire al rilancio della competitività delle nostre aziende. La condivisione delle criticità e delle riforme con le maggiori sigle sindacali è un passo importante in un momento delicato come questo della ripartenza. Una iniezione di fiducia per le pmi che sono pronte a raccogliere le opportunità offerte dal mercato nella prima vetrina internazionale utile, il salone Micam in programma dal 19 al 21 settembre 2021 a Fiera Milano Rho».

Tra le novità del contratto, viene incrementato al 32% il numero dei lavoratori che possono essere occupati con contratto di lavoro a tempo determinato rispetto al totale dei dipendenti a tempo indeterminato. Inoltre, tra le varie attività per le quali non si applica il limite temporale dei 24 mesi viene ricompresa anche quella svolta in quei periodi dell’anno solare nei quali le aziende si dedicano, oltre alla normale produzione, anche alla preparazione dei campionari. Questa attività è circoscritta a un periodo temporale massimo di 4 mesi nell’anno solare. Sul fronte del welfare infine viene confermato l’impianto contrattuale per la previdenza integrativa, Previmoda, mentre per la previdenza sanitaria, Sanimoda.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare un messaggio allo stesso numero.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova




Assocalzaturifici


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-06-2021 alle 14:47 sul giornale del 23 giugno 2021 - 216 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b8b4





logoEV
logoEV