GustaPorto apre ufficialmente l'estate: "L'identità marinara di Civitanova come biglietto da visita turistico"

3' di lettura 10/06/2021 - Continua e continua a crescere GustaPorto, che anche quest’anno segnerà l’apertura ufficiale della stagione estiva civitanovese. Il grande contenitore dedicato al mondo del mare firmato Tipicità, giunto alla quarta edizione, caratterizzerà tutto il weekend del 12-13 giugno.

A svelarne dettagli e progetti, nella conferenza stampa di presentazione tenutasi al Club Vela, il sindaco Fabrizio Ciarapica, la comandante della Capitaneria di porto Ylenia Ritucci, il direttore di Tipicità Angelo Serri e il responsabile organizzativo Alberto Monachesi. «Gustaporto nasce dalla volontà di valorizzare la filiera legata al porto e alla pesca – ha rimarcato Ciarapica, svelando che il Comune investe 50 mila euro per l’iniziativa – negli anni è cresciuta per interesse ma anche per argomenti affrontati. L’evento guarda a tutti gli aspetti legati al mondo del mare, sui quali abbiamo lavorato molto in questi anni: la riconferma della Bandiera Blu è un segno importante in tal senso».

Anche quest’anno saranno tantissime le iniziative che punteggeranno la due giorni di GustaPorto. Anche quest’anno ad aprire le danze sarà “Gusto Adriatico”, l’evento all’interno del mercato ittico che simulerà una seduta dell’asta del pescato, con l’aggiunta di momenti dedicati alla scelta del pesce migliore per preparare i piatti della tradizione culinaria civitanovese. Alle 11 un meeting istituzionale dal titolo “Next generation in porto”. «Uno sguardo al futuro del porto facendo sedere allo stesso tavolo università, sottosegretario alla pesca, presidente della Regione e altre istituzioni, moderate dal giornalista di Tg5 Gusto Gioacchino Bonsignore», conferma Monachesi. Sabato pomeriggio, con replica poi anche domenica, al porto ritorna “Port Food”, l’angolo delle sfiziosità con ricette marinare e vini del territorio da gustare passeggiando e poi, alle 19.15, lo show musicale “Music’a’mmare” al cantiere navale Anconetani. «L’obiettivo è quello di dare una sorta di biglietto da visita che poi gli avventori potranno approfondire durante tutta la settimana con i menù dedicati dei 22 ristoranti cittadini che realizzeranno i “menù GustaPorto”», continua Monachesi. E poi, domenica mattina alle 11, l’inaugurazione del progetto “Vedo a colori”, il primo totem informativo del Museo d’Arte urbana del porto; la mostra “Civitanova e il suo mare” all’Hotel Dimorae e, alle 18, la passeggiata immersiva ai moletti, con topics sul pesce azzurro, i “furbi” e la ostriche. Il tutto con collaborazioni con le associazioni di categoria e con le agenzie turistiche. «GustaPorto non si esaurisce il 12-13 giugno, è una promozione che va avanti tutto l’anno, con ben 33 strutture cittadine che collaborano tra di loro – ha sottolineato Monachesi – senza contare l’effetto di rimbalzo dei contenuti tra le piattaforme dell’evento e del Gran Tour. GustaPorto una grande palestra per la città sul fronte turistico».

«Il porto rappresenta l’identità marinara di Civitanova, per cui un evento del genere per raccontare chi siamo è importantissimo – ha chiuso l’assessore al welfare Barbara Capponi – e farlo in rete, coinvolgendo tutta la città, tutte le categorie, è un valore aggiunto».

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare un messaggio allo stesso numero.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/






Questo è un articolo pubblicato il 10-06-2021 alle 12:39 sul giornale del 11 giugno 2021 - 338 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere civitanova, articolo, marco pagliariccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b6G6





logoEV