Chalet e ristoranti sul mare, via libera ad occupare porzioni di spiaggia libera

2' di lettura 12/05/2021 - Anche nell’estate alle porte gli stabilimenti balneari potranno sconfinare dalle loro concessioni balneari, ma in misura più ridotta rispetto al 2020.

La giunta comunale ha deliberato la possibilità, per i concessionari del lungomare nord, di ampliare la superficie dedicata alla somministrazione di alimenti e bevande attingendo a spazi demaniali liberi, con limiti precisi in base alla dimensione della concessione in essere. Per gli stabilimenti che non superano i 2.500 metri quadrati lo “sconfinamento” potrà arrivare fino ad massimo di 202,50 metri quadrati, mentre per quelli di estensione maggiore si potrà arrivare fino a 225 metri quadrati. Coloro che effettuano servizi di ristorante/pizzeria possono andare anche oltre: incremento consentito fino a 300 metri quadrati per quelli sotto a 2.500 metri quadrati di superficie, 337,50 per quelli più grandi. La delibera ha valenza soltanto per l’estate 2021: il 30 settembre le concessioni torneranno entro i propri limiti.

La logica è ovviamente quella di consentire ai locali di provvedere al meglio al distanziamento sociale in ottica covid-19 consentendo alle attività di limitare i danni che deriverebbero dalle perdite di sedute e quindi di clienti da poter ospitare.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare un messaggio allo stesso numero.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/






Questo è un articolo pubblicato il 12-05-2021 alle 17:18 sul giornale del 13 maggio 2021 - 289 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b2NO





logoEV
logoEV