Potenza Picena: ripascimento del litorale sud, per il Pd "opera improvvisata, verrà spazzata via dalla prima mareggiata"

4' di lettura 15/04/2021 - È in corso in questi giorni l’intervento per la difesa della costa annunciato dal sindaco Tartabini durante l’ultimo consiglio comunale. Le operazioni, per un importo lavori di circa 25 mila euro, stanno prevedendo l’asporto di sabbia dalle spiagge libere della zona centrale, per un’opera di ripascimento della zona sud.

Per far fronte ai danni causati dalle mareggiate dello scorso inverno? Ma certo che no! L’affidamento dei lavori è stato infatti assegnato con determinazione n. 04/365 del 31/12/2020 e ha per oggetto “Lavori di ripristino arenile tratto sud a seguito delle mareggiate del mese di novembre 2019”! Proprio così, avete capito bene: ad aprile 2021 si eseguono lavori affidati a dicembre 2020 per danni risalenti al novembre 2019… Che invidiabile tempismo!

L’avvio dei lavori ha sorpreso cittadini ed operatori, poiché sembra essere un intervento improvvisato, non legato ad una vera, strutturale politica di difesa della costa. L’importo infatti non sembra minimamente congruo per garantire all’area sud un intervento efficace e soprattutto duraturo, tale da rideterminare una linea di costa dignitosa, mentre sorgono dubbi sugli effetti dell’asporto della sabbia nelle spiagge a nord e soprattutto sullo stato in cui verranno lasciati i luoghi a lavori conclusi.

Tenuto conto che siamo a due settimane dall’apertura della stagione balneare, ci si sarebbe piuttosto aspettati che il Comune provvedesse alla pulizia e alla predisposizione di un arenile accogliente come hanno fatto i comuni limitrofi prima di Pasqua: viceversa il litorale verrà interessato da un continuo passaggio di mezzi pesanti che trasportano sabbia da nord verso sud. Se proprio si voleva fare un ripascimento con materiale sabbioso, sarebbe stato opportuno intervenire in modo molto più incisivo e corposo utilizzando la sabbia prelevata dal mare e non dall’arenile, visto che notoriamente poco al largo della costa portopotentina vi sono estese secche da cui approvvigionarsi. L’amministrazione sembra invece aver scelto una operazione di maquillage low-cost, che la prima mareggiata rischierà di vanificare.

Giova ricordare che il Comune, nonostante abbia incredibilmente perso 120 mila euro di contributo della Regione per il 2020 destinati alle scogliere, possiede per i prossimi due anni risorse per oltre 400 mila euro, tra cui ricordiamo i 173 mila euro rimasti per l’opera di riallineamento delle scogliere e i 150 mila euro arrivati dopo la richiesta dello scorso dicembre per i ripascimenti dell’area sud, nuovamente colpita dalle mareggiate.

Accettando la versione dell’amministrazione, che prevede la possibilità di spostare l’utilizzo dei fondi in maniera indifferente dalle opere fisse ai ripascimenti e viceversa, restiamo ancora in attesa di sapere quali interventi si intende adottare e a che punto sia la progettazione degli stessi, se verrà confermata quindi la convenzione con il Provveditorato o se l’Amministrazione intende percorrere altre strade. Come sempre più spesso accade, le tempistiche rischiano di allungarsi rispetto all’urgenza delle problematiche. È noto che la difesa della costa vada vista da un punto di vista complessivo, coordinando gli interventi ed operando con tempestività ed efficienza, cosa che è completamente mancata in questi anni.

È innegabile che il litorale sud di Porto Potenza, dal Belvedere a Lidobello, necessiti di una adeguata protezione dall’erosione marina ma la giunta Tartabini-Casciotti ha scelto accuratamente tempi, modi e obiettivi clamorosamente sbagliati. A nostro avviso l’obiettivo primario da perseguire deve essere quello di far diventare quella porzione di litorale una priorità per il Piano della Costa Regionale, in modo da poter finalmente beneficiare delle ingenti risorse necessarie per una piena e definitiva soluzione. Per fare ciò servono capacità progettuale e chiarezza di obiettivi, ma l’unica logica che la giunta Tartabini-Casciotti pare in grado di adottare è la logica del giorno per giorno, della navigazione a vista. Così facendo si rende solamente più povera, debole e marginale la nostra comunità.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare un messaggio allo stesso numero.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/


da Gruppo Consiliare PD
Potenza Picena





Questo è un articolo pubblicato il 15-04-2021 alle 11:09 sul giornale del 16 aprile 2021 - 155 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bXBZ





logoEV