Basket: weekend in poltrona per la Rossella, "sosta utile per rimetterci in carreggiata"

4' di lettura 10/04/2021 - Con l’allenamento di sabato mattina si è chiusa in anticipo rispetto al solito la settimana della Rossella Civitanova. I biancoblu, infatti, avranno la domenica libera visto che la partita contro la Antenore Energia Padova, originariamente in programma appunto per domani al PalaRisorgimento, è stata rinviata a data da destinarsi su richiesta della squadra veneta (colpita da diversi casi di covid-19).

Coach Mazzalupi ha optato per lasciare un giorno di completo riposo ai suoi prima di riprendere, a partire da lunedì, la preparazione in vista del prossimo match, quello di sabato prossimo a Senigallia.

È stata l’occasione per fare il punto della situazione con Marco Lusvarghi. «Una sosta che ci dà modo di riordinare le idee. Non saprei dire se fa bene o fa male, quel che è certo è che veniamo da un brutto periodo, quindi metterci di nuovo sulla strada giusta è la cosa che dobbiamo fare e questo weekend può darci una mano in tal senso. In teoria bene, ma lo vedremo più avanti, visto che ci aspettano cinque partite fondamentali: speriamo di farle tutte al nostro meglio».

Il pensiero va però ancora alla gara contro San Vendemiano, nella quale la Rossella è letteralmente sparita dal campo nell’ultimo quarto dopo tre periodi di ottimo livello. «Ci si è spenta la luce – conferma Lusvarghi – probabilmente prima a livello mentale e poi fisico. Non siamo riusciti a mantenere lo stesso livello fino alla fine e squadre forti come San Vendemiano poi ne approfittano. Non possiamo permetterci blackout del genere, per le prossime partite l’obiettivo ovviamente è riuscire a stare lì fino alla fine, anche perché se riusciamo a farlo per 30’ non vedo perché non dovremmo riuscirci fino in fondo e, a quel punto, con un risultato finale diverso».

Tante sconfitte maturate nel finale fanno pensare più a un problema di testa che non tecnico o fisico. «A un certo punto perdiamo sicurezza in noi stessi e poi diventa un susseguirsi di cose negative – spiega il pivot biancoblu – dobbiamo essere bravi a compensare un errore con qualcosa di positivo anziché perderci d’animo, come ci sta capitando spesso nelle ultime partite. Dobbiamo restare sul pezzo e far funzionare le cose».

Sabato prossimo a Senigallia sarà l’ennesima partita da non fallire, peraltro contro una squadra che non è nel suo miglior momento, un po’ come la Rossella. «Vero, ma ormai per noi sono tutte partite da non fallire – rimarca Lusvarghi – dobbiamo guardare poco chi c’è dall’altra parte. Poi è chiaro che con Senigallia conta un po’ di più delle altre per la loro classifica, ma ora sono tutte partite importanti per noi. D’altro canto lo sarà anche per loro, visto che come noi non sono in un buon momento. Pensiamo una gara alla volta, ma abbiamo un solo obiettivo: andiamo là e proviamo a vincere per riprenderci da questo momento».

Di fatto, anche se non ci sono certezze sul recupero contro Padova, la Rossella rischia di dover giocarsi una stagione con cinque partite in 15 giorni. Ma Lusvarghi non vuole fare calcoli. «Con i continui rinvii causa covid è difficile organizzarsi, fare tabelle di marcia e preparare le singole gare – finisce il giocatore originario di Reggio Emilia – ma ne siamo consapevoli, sapevamo che quest’anno sarebbe stato complicato da questo punto di vista. Dobbiamo rimanere lì, non perdere la bussola e stare sul pezzo fino alla fine».

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare un messaggio allo stesso numero.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/






Questo è un articolo pubblicato il 10-04-2021 alle 18:21 sul giornale del 12 aprile 2021 - 139 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bWVQ





logoEV