Silenzi boccia il bilancio di previsione, "Documento fotocopia degli anni precedenti, come se non fossimo dentro una pandemia"

2' di lettura 02/04/2021 - Come se non fossimo dentro una grave pandemia, il consiglio comunale ha approvato un bilancio fotocopia degli anni procedenti, che non tiene conto della drammatica crisi che stiamo vivendo sul piano economico e sociale.

Nessun taglio di tasse e imposte se non la foglia di fico della diminuzione dell’addizionale Irpef dello 0,02 che significa pochi euro a famiglia per un mancato introito del Comune pari al contributo che ha dato al Motorshow. Una foglia di fico sventolata per poter dire di aver diminuito le tasse e continuare ad alimentare una propaganda ingannevole mentre il livello di tassazione non è affatto calato. Al contrario, il gettito complessivo della fiscalità aumenta sotto la gestione CIarapica che non ha voluto nemmeno diminuire la tariffa dell’acqua o risarcire le famiglie che con il salasso subito in bolletta pagano una tariffa maggiorata che porta al Comune 800.000 euro di utili che la giunta usa per spese del tutto inutili.

Nel bilancio approvato diminuiscono sensibilmente le somme destinate al sociale e il resto è molto funzionale alle spese clientelari in vista delle prossime elezioni comunali. Non sono stati previsti capitoli specifici per le migliaia di famiglie in stato di bisogno derivanti dalle crisi accentuata del covid-19, non è stata tagliata la spesa corrente. E’ mancato il coraggio mentre ogni assessore ha mantenuto il suo gruzzolo di potere a danno di una visione diversa, come la pandemia avrebbe imposto.

Grave inoltre che sia stato approvato un elenco di opere pubbliche che è un libro dei sogni perché molte opere dipendono da contributi per i quali non c’è nemmeno certezza che vengano concessi. Un capitolo a parte merita la destinazione dei 5 milioni di euro a disposizione dell’Atac (soldi di Gas Marca) finiti nel bilancio comunale senza che nessuno potesse discutere come utilizzarli e in larga parte, 3,3 milioni di euro, destinati solo a ristrutturare la piazza. Ma soprattutto, il Comune ha in cassa più di 10 milioni di euro, soldi che lo Stato e i cittadini versano, e non riesce neanche a spenderli. Nessun intervento programmato è infatti specifico per affrontare un periodo così difficile e alleviare lo stato di difficoltà e di bisogno di famiglie e imprese.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare un messaggio allo stesso numero.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-04-2021 alle 11:06 sul giornale del 03 aprile 2021 - 155 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bVKm