Ciclovia 77, la nuova sfida del Gruppo Sportivo Fontespina: "Remiamo tutti insieme per centrare l'obiettivo"

mountain bike 3' di lettura 26/03/2021 - Un processo che nasce da lontano quello della Ciclovia 77 e per il quale, almeno sul versante civitanovese, ha spinto moltissimo il Gruppo Sportivo Fontespina.

«Un paio d’anni fa venimmo convocati per un incontro a Tolentino, eravamo in pochi ma fummo i primi a coinvolgere la propria amministrazione comunale, visto che con noi c’era anche l’allora assessore Borroni – rimarca Osvaldo Miandro, presidente della società ciclistica civitanovese – è chiaro che per i Comuni dell’entroterra questa sia una grande opportunità per mettere in vetrina i loro territori, sia dal punto di vista naturalistico che culturale. È positivo che anche Civitanova, che ovviamente deve essere il traino di questa iniziativa, si sia convinta in questa direzione: è una potenziale risorsa anche per la città sul fronte turistico».

Chiaro però che il Comune dovrà fare la sua parte mettendoci qualche euro: perché al momento la pista ciclabile che collegherebbe l’Adriatico con Foligno esiste (quasi) solo sulla carta. La base di partenza è rappresentata dal sentiero che inizia nei pressi dello stadio, sul lungomare sud, e arriva fino ai pressi del casello della A14. Ma il sentiero andrà attrezzato e poi completato potenziando il lavoro che sta portando avanti un’altra associazione, la Civitanova Green Life, che sta realizzando il prolungamento del sentiero lungo Chienti fino a Montecosaro, per allacciarlo così alla cosiddetta “ciclovia delle Abbazie”. E anche per quest’ultima, che collega Montecosaro con l’Abbadia di Fiastra, di lavoro da fare ce n’è, visto che a parte le indicazioni non ci sono veri percorsi riservati a pedoni e ciclisti. «Questa è la base esistente, magari il Comune vorrà cambiare tracciato ma non credo – continua Miandro – l’importante è che in qualche modo la ciclovia diventi realtà. Noi sosteniamo convintamente questo progetto e faremo tutto quanto in nostro potere per aiutarlo a sorgere. È una occasione importantissima per Civitanova e per tutta la provincia, l’importante è che non si proceda per piccoli tratti spezzettati, ma che si realizzi un’opera unitaria, con una visione d’insieme ben precisa. La Ciclovia 77 ha senso come percorso nel suo complesso, altrimenti è inutile. Il fatto che in Regione ora sieda anche Pierpaolo Borroni, nostro socio, che conosce bene la situazione avendola seguita sin dall’inizio, è di buon auspicio per far sì che anche l’ente ci stia vicino».

Sarebbe un bel regalo per il Gruppo Sportivo Fontespina vedere realizzata la ciclovia proprio nell’anno in cui l’associazione compie 75 anni. «Speriamo di riuscirli a festeggiare in qualche modo», chiosa il presidente.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare un messaggio allo stesso numero.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/






Questo è un articolo pubblicato il 26-03-2021 alle 15:34 sul giornale del 27 marzo 2021 - 274 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bUDx