Il modello Barcellona non solo per il porto: ecco il progetto per la "Rambla" di piazza e Varco sul mare

4' di lettura 10/03/2021 - L’amministrazione comunale scopre le carte sullo studio preliminare per la riqualificazione di piazza XX settembre, Lido Cluana e Varco sul mare. La giunta ha infatti recepito il progetto realizzato dal dipartimento di Architettura del Politecnico di Milano e sarà quindi la base da cui partirà la progettazione vera e propria per il complesso riordino del cuore della città.

Lo studio era stato protocollato lo scorso 17 dicembre ma solo ora si svelano finalmente i dettagli di “CivitaSnova”, così l’hanno voluto chiamare i progettisti meneghini. L’analisi parte dalla situazione attuale e quindi dalle criticità: poca vivibilità, assenza di funzioni, superficie molto ampia, poche aree di sosta ombreggiate, pavimentazione usurata, salti di quota tra viali e piazza, scarsa illuminazione nelle ore notturne. Quindi, le linee guida su cui intervenire: da un lato preservare lo svolgimento del mercato nelle aree attuali, il parcheggio in piazza, i parcheggi a raso e gli edifici storici; dall’altro, incrementare socialità, sicurezza, flessibilità d’uso, numero dei parcheggi e connessioni tra le aree.

Si entra così nel vivo dell’intervento, che vuole vedere la complessa area che va da Palazzo Sforza al lungomare come un unico blocco (la “rambla” versione civitanovese” ma diviso al suo interno in quattro parti. La prima “stanza” è quella compresa tra il municipio e il sedime di piazza XX Settembre, vuole essere il luogo della socialità. L’ingresso avviene attraverso un camminamento in quota che connette Palazzo Sforza con l’area del “sagrato”. «Quest’ultimo è pensato come luogo di rappresentanza costituito da giochi d’acqua e illuminazione, che può essere utilizzato anche come palcoscenico in presenza di eventi cittadini – si legge nel progetto – i nuovi locali sono posizionati nel punto d’intersezione tra la piazza e le vie limitrofe, con lo scopo di attrarre la società verso la piazza. I parcheggi situati nella prima parte della piazza sono stati incrementati grazie all’estensione del nuovo parcheggio nell’area ex fiera». Il complesso del riordino, infatti, farà guadagnare 30 nuovi posti auto (dagli attuali 150 ai previsti 180).

La seconda stanza, quella della “interazione” è quella dei giardini di piazza XX settembre. Qui si prevede «il potenziamento dell’arredo urbano e del sistema di illuminazione. La pavimentazione esistente sarà rifatta con il fine di utilizzarne una unica in tutte le stanze del progetto. Per potenziare l’attrattività del sito si è pensato di attrezzare le preesistenti aree verdi con delle sculture che potrebbero essere realizzate da associazioni o università locali al fine di costituire un percorso culturale a cielo aperto diffuso in tutta l’area di progetto».

La terza stanza è il Lido Cluana ed è il luogo della “condivisione”. «L’inserimento di setti verdi e sedute arricchiscono la vivibilità del luogo – continuano i progettisti – i setti fungono da scenario per l’installazione di sculture e aree attrezzate dove poter stare anche nelle giornate più calde. I viali alberati di progetto conducono alla piazza di sosta tra le due palazzine storiche esistenti. Quest’are oltre a fare da soglia alla nuova area del Varco sul mare vuole essere sia un’area di sosta nella quotidianità sia un luogo temporaneo per eventi».

Infine, la stanza del “movimento”, ovvero il nuovo Varco sul mare, l’area che sarà verosimilmente più stravolta dal progetto. Qui si uniranno «molteplici funzioni che attraggono tutte le fasce d’età, principalmente grazie alla creazione di molteplici aree sportive – si legge ancora – sul solco dei due padiglioni dell’ex fiera, nasce un nuovo parcheggio a raso alberato. La realizzazione del parcheggio vuole incrementare il numero di posti auto presenti nell’area con il fine su supportare i parcheggi di piazza XX Settembre ed agevolare il traffico soprattutto nel periodo estivo, andando in aiuto anche ai vicini stabilimenti balneari. Passando sotto il Varco, sarà possibile accedere alla nuova area eventi adattabile in diverse configurazioni e posti a seconda della tipologia di eventi pubblico o privato. Circonderanno l'area eventi aree gioco per bambini sia indoor che outdoor, aree fitness, un campo polivalente coperto, un campo di aqua soccer, un’area teatro all’aperto e una grande area attrezzata con sedute e tavoli, dove poter stare anche nelle giornate estive più calde, godendo dell’ombra generata dalle specie arboree presenti nel sito».

Soldi e tempi? Nello studio non si parla di cifre, né di tempistiche di realizzazione: chi vivrà vedrà.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare un messaggio allo stesso numero.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/








Questo è un articolo pubblicato il 10-03-2021 alle 17:33 sul giornale del 11 marzo 2021 - 2342 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere civitanova, articolo, marco pagliariccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bRYv





logoEV
logoEV