Premio Annibal Caro, la seconda finalista è Claudia Durastanti

4' di lettura 09/03/2021 - È Claudia Durastanti, per la traduzione dall’inglese di “Tempi eccitanti” di Naoise Dolan (edizioni Atlantide), la seconda finalista della quarta edizione del Premio Annibal Caro. Scelta dal Comitato tecnico del Premio, Durastanti, nata a Brooklyn nel 1984, è considerata una delle voci più incisive del panorama letterario italiano, sia come scrittrice che come traduttrice.

Come traduttrice ha firmato diversi romanzi della narrativa anglofona a partire dal primo lavoro del 2012, “Il fantasma del sabato sera. Interviste sulla vita e la musica di Tom Waits”, fino a “Tempi eccitanti” del 2020. Nello stesso anno traduce per La Nave di Teseo “Brevemente risplendiamo sulla terra”, romanzo dello scrittore vietnamita naturalizzato statunitense Ocean Vuong. A febbraio di quest’anno, è uscito il suo ultimo lavoro di traduzione per Bollati Boringhieri “La nostra furiosa amicizia”, della scrittrice americana Rufi Thorpe.

Come scrittrice ha esordito nel 2010 con il romanzo “Un giorno verrò a lanciare sassi alla tua Finestra” vincendo il Premio Mondello Giovani, il Premio Castiglioncello Opera Prima ed arrivando in finale al Premio John Fante. Nel 2019, ha dato alle stampe il memoir famigliare dedicato alla figura materna “La straniera” entrando nella cinquina finale del Premio Strega 2019 e vincendo il Premio Strega Off e il Premio Pozzale Luigi Russo. Sempre con La straniera è finalista al Premio Alassio Centolibri, al Premio Viareggio e al Premio Stresa.

“Exciting Times” (“Tempi eccitanti”) è il libro di esordio dell’irlandese Naoise Dolan. Nata a Dublino, dove ha studiato Letteratura Inglese al Trinity College e ha conseguito poi un master in Letteratura dell’età vittoriana a Oxford. Ha trascorso parte della sua giovane vita (non ancora 30 anni) a Hong Kong, Singapore, in Italia e in Inghilterra. Suoi testi sono stati pubblicati dalla The Dublin Review e da The Stinging Fly. È stata selezionata per il premio The Sunday Times Young Writer of the Year nel 2020. “Tempi eccitanti” è stato un caso editoriale tanto da assegnarle il titolo di Irish Woman of the Year nella sezione Letteratura dell’Irish Tatler e, marchio dei tempi, è già in produzione una serie tv tratta dal suo libro, prodotta dai creatori del film su Alan Turing, “The Imitation Game”.

“Tempi eccitanti” ci riporta sui alcuni temi già affrontati con Eliete. La vita normale: le relazioni tra esseri umani e la riflessione su quanto la tecnologia li favorisca o li ostacoli, le difficoltà delle donne nel mondo del lavoro e la ricerca di autodeterminazione, al di là delle aspettative della società. Lo sfondo, però, cambia radicalmente, perché la storia di Ava, la protagonista ventiduenne del, è ambientata a Hong Kong, una metropoli globalizzata e caotica. Attraverso le relazioni che intreccia, Ava cerca di arrivare a se stessa, come sottolineato dal Guardian che in una recensione (https://bit.ly/3qq0bVG) parla del racconto in prima persona della protagonista come di “una sala di specchi, dove ogni tentativo di guardare verso l’esterno è soddisfatto solo dal tuo stesso viso”. Ava è una sorta di anti-eroina, con uno sguardo cinico sul mondo, ma Dolan rivendica la creazione di una protagonista che i lettori tendono a disapprovare, dicendo in un’intervista che se i personaggi femminili fossero lì solo «per insegnarci una lezione, la narrazione sarebbe noiosa», e che il suo scopo, scrivendo, era essere «realista, non moralista».

Il vincitore, o la vincitrice, della quarta edizione del Premio Annibal Caro alla traduzione sarà decretato dai 140 componenti della Cara Giuria dei Lettori e sarà assegnato il prossimo 6 giugno.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare un messaggio allo stesso numero.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-03-2021 alle 09:50 sul giornale del 10 marzo 2021 - 172 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bRHj





logoEV
logoEV