Potenza Picena: mozione del gruppo Civico 49 per l'adozione del "Manifesto della comunicazione non ostile"

3' di lettura 28/02/2021 - Sabato 27 febbraio i consiglieri del Gruppo di minoranza Civico 49, Edoardo Marabini e Valeria Meriggi, hanno presentato una mozione per chiedere all’amministrazione di Potenza Picena di aderire al progetto di sensibilizzazione ed educazione contro l’ostilità delle parole online e offline.

Il “Manifesto della comunicazione non ostile” è la carta redatta dall’associazione no-profit Parole O_Stili, che ha l’obiettivo di responsabilizzare ed educare gli utenti della Rete -e non solo- a scegliere forme di comunicazione non ostile.

I principi del Manifesto sono applicabili in tutti gli ambiti della vita civile: pubblica amministrazione, aziende, sport, scienza, inclusione e infanzia. «L’adozione del Manifesto rappresenta un atto di civiltà, un impegno di responsabilità. Mai come in questi ultimi tempi abbiamo assistito ad un impoverimento del linguaggio politico che oscilla ormai tra l’insulto, l’aggressione o, nel migliore dei casi, la ricerca di brevi frasi ad effetto, di slogan. È bene ricordare che le parole sono importanti, hanno conseguenze (articolo 6 del Manifesto) e hanno il potere di essere un ponte (articolo 5 del Manifesto) o, al contrario, motivo di scontro e violenza», afferma Valeria Meriggi, consigliere di Civico 49.

«Instaurare un dialogo non ostile è il presupposto per la partecipazione civica ed è il principio alla base dell’Associazione politico-culturale Civico 49 – afferma Richard Dernowski, presidente di Civico 49 anche per l’anno 2021 – la violenza verbale ha conseguenze sulla vita reale delle persone, quindi chi ha incarichi istituzionali ha il dovere di opporsi alla violenza del linguaggio. La sua voce dev’essere di esempio».

Ecco i 10 punti del Manifesto:

1. Virtuale è reale

2. Si è ciò che si comunica

3. Le parole danno forma al pensiero

4. Prima di parlare bisogna ascoltare

5. Le parole sono un ponte

6. Le parole hanno conseguenze

7. Condividere è una responsabilità

8. Le idee si possono discutere. Le persone si devono rispettare

9. Gli insulti non sono argomenti

10. Anche il silenzio comunica

Parole O_Stili nasce a Trieste nel 2016 dall’entusiasmo di 300 professionisti provenienti da diversi ambiti. Nel 2017 viene presentato e firmato il “Manifesto della comunicazione non ostile”. Ad oggi sono oltre 200 i Comuni che lo hanno sottoscritto.

Si dovrà attendere il prossimo Consiglio Comunale perché la mozione venga discussa. I consiglieri Meriggi e Marabini e l’Associazione Civico 49 si augurano che il progetto venga adottato anche dal Comune potentino.

Gruppo consiliare Civico 49

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare un messaggio allo stesso numero.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2021 alle 09:52 sul giornale del 01 marzo 2021 - 278 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bQhW





logoEV
logoEV