Azienda Teatri, La Nostra Città: "Riportare la gestione in seno agli uffici comunali sarebbe un ritorno al passato”

2' di lettura 28/02/2021 - Siamo d'accordo con le parole di Anna Donati, che da cittadina sottolinea quanto un ritorno della gestione dell'Azienda Teatri in seno agli uffici comunali sarebbe un chiaro passo verso il passato.

Parlando del processo di ammodernamento dell'Azienda però, senza nulla togliere all'operato di Di Lupidio, che ha guidato con piglio sicuro l'Azienda per oltre 30 anni, anche in acque non sempre tranquille, è doveroso non dimenticare quanto di meritorio fatto anche dai direttori che a lui sono succeduti.

In particolare Borraccetti e Gentili hanno proseguito e rafforzato il processo di sviluppo dell’ente, portando ai massimi livelli tutte le potenzialità gestionali insite nella formula giuridica dell’Azienda Speciale. Hanno allineato l’ente sui più moderni modelli di gestione aziendale (uno su tutti, citiamo la redazione del Codice Etico, tra i primi in Italia per un’Azienda Speciale del settore cultura) e hanno rafforzato l’immagine dell’azienda come soggetto trainante di una filiera culturale territoriale.

Nel corso del 2020 gli uffici dell’azienda sono diventati punto di riferimento per lo sviluppo di politiche culturali inclusive e di rete, allineate al panorama culturale e di spettacolo nazionale ed internazionale, luogo di incontro di artisti, direttori artistici, manager ed operatori provenienti da tutta Italia. Tanto si è fatto, tanto c’è ancora da fare. Il nostro auspicio è che non vada perso, anzi rafforzato, il capitale umano che l’Azienda ha saputo raccogliere attorno a sé, motore di un cammino incessante verso nuove e moderne politiche culturali.

Siamo contrari alla gestione diretta delle attività teatrali da parte del Comune. Siamo invece favorevoli al mantenimento dell’Azienda Teatri indipendente. Vorremmo che fossero riconosciuti, insieme a quella di Di Lupidio, la professionalità e l’apporto dei successivi direttori Borraccetti e Gentili. Infine come dimenticare il grande lavoro dello storico presidente Carlo Centioni e, seppur più recentemente, di Aldo Santori?

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare un messaggio allo stesso numero.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/






Questo è un articolo pubblicato il 28-02-2021 alle 09:49 sul giornale del 01 marzo 2021 - 245 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bQhT





logoEV