Basket: Milani ha la ricetta, "Rossella, la difesa come marchio di fabbrica"

3' di lettura 25/02/2021 - Settimana che sta scorrendo più serena in casa Rossella Civitanova dopo il cruciale successo contro la Sutor Montegranaro di domenica scorsa. Una vittoria che ha dato respiro alla classifica in vista del rush finale della prima fase, come conferma anche Tommaso Milani.

«Non siamo stati belli, a tratti efficaci ma comunque contava davvero solo vincere – rimarca la guardia biancoblu – anche per questo io e Casagrande abbiamo voluto giocare a tutti i costi anche se non in perfette condizioni. I 2 punti pesano, senza dimenticare lo scontro diretto a favore. La prestazione è un po’ il risultato di tutto quanto ci sta accadendo da inizio stagione: ci mancano continuità e gerarchie, a volte non si sa bene chi deve fare cosa e si è visto anche domenica. Abbiamo trovato una grande partita di Casagrande nonostante la caviglia dolorante e un Vallasciani sempre solido, ma purtroppo pecchiamo sotto diversi aspetti. La nota lieta è che siamo sempre molto duri in difesa e questo ci ha fatto la differenza sia contro Montegranaro che contro Jesi: deve essere una costante per noi».

Milani rientrata dopo tre partite saltate per un problema muscolare: partita con qualche difficoltà al tiro, ma comunque il suo contributo non è mancato. «Purtroppo le gambe sono quello che sono dopo un periodo un po’ così – ammette il giocatore veneto – l’unica cosa di cui avrei bisogno è di un po’ di continuità di allenamento, ma purtroppo dovendo sempre inseguire infortuni su infortuni ed essendo qualche volta costretto a stringere i denti faccio un po’ fatica. Ma penso sempre a fare del mio meglio».

Domenica trasferta ad Ancona contro una Luciana Mosconi che ha sicuramente altri obiettivi rispetto alla Rossella, ma di fatto soli 4 punti in più in classifica. «Mi aspetto una gara molto simile a quella d’andata – dice Milani – loro hanno senza dubbio tanto talento e ora con l’inserimento di Alibegovic sono anche un po’ più lunghi di noi. Se si è vista una cosa in questo campionato, e parlo più o meno di tutti i gironi, è che le classifiche sono cortissime e che può succedere di tutto ogni domenica. Per cui sarebbe un errore partite battuti o, al contrario, convinti di aver già vinto. Pensiamo alla difesa, che deve essere il nostro marchio di fabbrica».

Il rammarico vero è quello di essere coscienti che, al completo, probabilmente questa Rossella qualche punto in più in classifica poteva averlo. «Questa cosa sta influendo tantissimo su di noi – chiude Milani – abbiamo iniziato io e Amoroso col covid-19, poi il primo infortunio di Andreani, gli acciacchi muscolari che abbiamo avuto a turno, insomma un vero disastro. Purtroppo non siamo riusciti mai a giocare insieme, perché anche quelle pochissime occasioni che abbiamo avuto sono state in gare in cui non tutti eravamo al 100%. Sono convinto che se mai riusciremo a stare tutti abbastanza bene potremo dimostrare che siamo una buona squadra».

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare un messaggio allo stesso numero.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-02-2021 alle 11:07 sul giornale del 26 febbraio 2021 - 139 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bPQn





logoEV