"Le donne della maggioranza lascino la Regione per farsi angeli del focolare", il comitato Ipazia pungola Ciccioli

ciccioli 2' di lettura 24/02/2021 - Nel ventitreesimo giorno del secondo mese dell'anno domini 2021, il consigliere regionale sostenuto dai difensori della famiglia "naturale" (esistono famiglie innaturali?) ha ben indicato le regole da seguire secondo una visione basata sul patriarcato assolutistico.

Il destino delle donne è così segnato fin dalla loro nascita: prima figlie ubbidienti, poi mogli devote, madri prolifiche senza alcuna aspirazione di realizzazione personale fuorché essere donne del focolare.

Pertanto chiediamo a gran voce che le donne in accordo con la maggioranza vengano accompagnate dal Pater Familias (o in extrema ratio anche dal capogruppo regionale) alla porta e poi di corsa, verso la casa per essere l'angelo del focolare e accudire la propria famiglia rinunciando al lauto stipendio regionale per non far vergognare eventuali mariti o padri della pochezza del loro guadagno. Una brava donna secondo le direttive regionali non può guadagnare di più di suo marito o di suo padre perché il mestiere di angelo del focolare è gratuito e deve essere svolto solo per amore in totale devozione. Mi raccomando donne della maggioranza, credete, obbedite e combattete per l'onore del vostro capogruppo ma da casa mentre accudite figli, familiari e animali.

Giorgina, dai l'esempio vai a casa e accudisci la tua famiglia! La Regione pensa di effettuare corsi di formazione per nuovi inquisitori? Se sì il testo Malleus Maleficarum verrà edito nuovamente o possiamo usare la prima versione?

Non possiamo rischiare che le donne continuino ad avere questa pazza idea di lavorare ed essere indipendenti. E' risaputo che le donne sono molto più degli uomini soggette alle lusinghe del demonio. Infatti, ci sono forti dubbi che le donne in Regione abbandonino il loro posto e il loro stipendio anche se contrario alle direttive del Pater Regionis.

Comitato Ipazia Civitanova Marche

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare un messaggio allo stesso numero.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2021 alle 16:48 sul giornale del 25 febbraio 2021 - 235 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bPIh





logoEV
logoEV