Una sceneggiatura, poi una serie tv: il salto in avanti dell'attrice civitanovese Maria Elena Matteucci

4' di lettura 22/02/2021 - Si intitola “Moi c’est moi. Questa sono io”: è la prima sceneggiatura di Maria Elena Matteucci, attrice di Civitanova Marche che ha deciso di impegnare questo tempo “rallentato” dallo scoppio della pandemia di Covid-19 per dedicarsi alla scrittura di quella che sarà una serie tv.

«Questo mio progetto – dice Matteucci – nasce da una precisa spinta e motivazione: vorrei essere portavoce di speranza, per tutti quei giovani talenti, qualificati e competenti, che non trovano il modo di crearsi la loro occasione. Ho assistito a tante lamentele, tantissime delusioni, tanto mancato coraggio e spirito di iniziativa. In questo momento ho deciso di creare, “di far emergere il meglio di me, lavorando duro nella crisi”, come diceva Einstein, una guida ed un maestro per me. Gli episodi saranno all’incirca 20. Tutta la troupe è composta da professionisti del mestiere qualificati, tutti under 30».

Le puntate verranno girate tra le Marche e il Lazio e l’8 marzo verrà lanciata una campagna crowdfunding per la realizzazione dell’episodio pilota, sulla piattaforma online Eppela. La festa delle donne come giorno del lancio, perché il team è in prevalenza femminile. Per il via della campagna ci sarà una grande festa in diretta web, rispettando così le norme anti-contagio.

Maria Elena Matteucci, classe 1992, si è laureata in comunicazione e spettacolo all’università di Roma e diplomata in recitazione al centro sperimentale di Cinematografia. «Nasco come cantante, poi la recitazione è entrata spontaneamente e da allora non divido le due cose – rimarca l’artista civitanovese – anche la danza mi accompagna da sempre e credo sia fondamentale per il mio percorso. Ho approfondito queste materie anche a Milano, dove sono stata per un anno prima di trasferirmi a Roma. Fin da piccola non ho mai avuto dubbi che questo fosse quello che avrei sempre voluto fare. La mia passione per la scrittura la coltivo da molto tempo. Già all’università ho iniziato scrivendo articoli e recensioni di film. Poi ho continuato a farlo anche nel mio tempo libero. E’ la prima volta che scrivo una sceneggiatura, ma questa storia è nata per essere scritta, ed ho approfittato dei mesi di stallo per dedicarmici completamente».

La storia parla di tre giovani donne, amiche di vecchia data appartenenti alla borghesia medio-alta, partono per un’impellente avvenimento di una delle tre. Intraprendono un lungo viaggio in macchina affrontando diversi avvenimenti divertenti ed imprevisti che contribuiranno alla riscoperta di ognuna di loro. Quello che non sanno è che, nonostante la profonda amicizia, ognuna di loro ha un segreto che porterà con sé e che tenterà in tutti i modi di salvaguardare. Si troveranno davanti a fatti piuttosto bizzarri spesso spaventosi, che faranno uscire la vera personalità e le vere origini di ciascuna, fino alla consapevolezza di ammettere finalmente “Questa sono io!”. Un viaggio che come meta fondamentale ha la libertà di essere ciò che si vuole. Un percorso interiore quindi, oltre che un viaggio a tappe la cui meta sarà poi soltanto uno dei traguardi raggiunti.

La regia è affidata a Francesco Gaudiello (già visto nel ruolo di attore in “Il peccato – Il furore di Michelangelo”), con assistente alla regia Chiara Rapisarda. I personaggi sono principalmente tre: Maria Elena Matteucci nel ruolo di Emi, Elisabetta Mirra nel ruolo di Mati e Simona di Bella nel ruolo di Niki. «Ho intenzione di girare tra Marche e Lazio al momento – ribadisce Matteucci – ho la fortuna di avere a disposizione una struttura meravigliosa familiare, una country house nel cuore dei monti Sibillini, che utilizzerò come base nelle Marche e come location per qualche scena».

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare un messaggio allo stesso numero.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2021 alle 11:08 sul giornale del 23 febbraio 2021 - 1180 letture

In questo articolo si parla di redazione, spettacoli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bPeI





logoEV