SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > CRONACA
articolo

Il Comune batte cassa per i costi di costruzione, ma c'è la prescrizione: l'ente sconfitto al Tar da un privato

1' di lettura
188

tribunale di urbino

Comune sconfitto al Tar da una privata cittadina che, quasi vent’anni fa, si era opposta alla richiesta del pagamento di circa 9 milioni delle vecchie lire (intorno ai 4.500 euro) come pagamento dei costi di costruzione.

Una vicenda che riemerge da un lontano passato e che ha visto il tribunale amministrativo riconoscere i ritardi dell’amministrazione comunale. La vicenda nasce sul finire del 2001, quando il Comune notifica al privato di dover pagare la somma in seguito a dei lavori eseguiti sulla sua proprietà. I lavori erano terminati del 1994, ma il Comune solo sette anni dopo aveva preteso la cifra dalla donna, quando ormai i termini di prescrizione (cinque anni dalla dichiarazione di conclusione dei lavori nel cantiere) erano abbondantemente superati. Il ricorso della donna è stato così accolto e il Comune dovrà anche pagare le spese di lite, quantificate in 1.500 euro, oltre a non poter riscuotere la cifra richiesta all’epoca.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/



tribunale di urbino

Questo è un articolo pubblicato il 30-01-2021 alle 11:10 sul giornale del 01 febbraio 2021 - 188 letture