Morrovalle: fosso Trodica, c'è il bando, i lavori partiranno ad aprile

2' di lettura 21/01/2021 - Dovrebbero partire nel cuore della primavera i lavori per la messa in sicurezza del fosso Trodica, per i quali il Ministero dell’Ambiente ha sbloccato di recente un contributo da 4,2 milioni di euro.

Sul filo di lana (la procedura andava avviata entro il 31 dicembre), il 30 dicembre il Consorzio di Bonifica delle Marche, nominato dalla Regione soggetto attuatore del progetto, ha infatti pubblicato il bando di gara per l’affidamento dell’appalto dei lavori. Le imprese interessate hanno tempo fino a fine mese per presentare le domande.

«Rispetto all’altra grande opera pubblica cittadina, il nuovo polo scolastico, qui siamo circa un mese indietro – precisa il sindaco Stefano Montemarani – il Consorzio di Bonifica curerà anche la direzione dei lavori, ho avuto ampie rassicurazioni da loro. Se non ci saranno particolari intoppi, come ci ha comunicato il Consorzio stesso, ad aprile si dovrebbe riuscire ad aprire il cantiere. Si tratta delle due grandi opere di questa legislatura, teniamo particolarmente a vederle incardinate sulla giusta via».

Più nel concreto, il torrente sarà interessato da adeguamenti delle sezioni idrauliche, dall'adeguamento del ponte di via Carducci e dal rifacimento del ponte in via Giovanni Paolo II, quindi si procederà alla demolizione della briglia e alla costruzione dello sfioratore laterale a monte della superstrada. L’iter era iniziato diversi anni fa, con Montemarani già alla guida del Comune. La prima tappa è stata l'iscrizione dell'intervento sul Trodica al Repertorio Nazionale degli interventi per la Difesa del Suolo (Rendis) presso l’Ispra, che svolge, per conto del Ministero dell'Ambiente, l'attività di monitoraggio sull'attuazione di programmi di intervento urgenti per la mitigazione del rischio idrogeologico. Conseguentemente, nel 2016, ci fu l’aggiornamento del Piano per l’Assetto Idrogeologico regionale (Pai). Per accedere ai finanziamenti, infatti, era necessario che il Pai riconoscesse la pericolosità del corso d’acqua, individuando le zone ad alto rischio di esondazione. Nel 2018 l'intervento è stato inserito dal Ministero all’interno di quelli meritori dei fondi per la progettazione contro il dissesto idrogeologico, quindi nel 2019, la Regione ha affidato la progettazione esecutiva al Consorzio di Bonifica delle Marche e qualche settimana fa è arrivato il via libera definitivo per i fondi necessari.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/






Questo è un articolo pubblicato il 21-01-2021 alle 19:32 sul giornale del 22 gennaio 2021 - 322 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere civitanova, articolo, marco pagliariccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bKx5





logoEV