Volley: Lube con lo sguardo verso Ravenna, Larizza su di giri dopo l'esordio, "lo sognavo sin da bambino"

3' di lettura 04/12/2020 - Reduce dai successi con Verona e Cisterna, valsi 6 punti in cinque giorni e un nuovo blitz in testa alla classifica, in attesa del recupero odierno tra Perugia e Modena, la Cucine Lube Civitanova è proiettata verso la 32ª sfida contro la Consar Ravenna, partita valida per l’anticipo della 2ª giornata di ritorno in SuperLega.

I cucinieri scenderanno in campo sabato 5 dicembre (ore 18 al Pala De Andrè con diretta Rai Sport e Radio Arancia). Il bilancio dei 31 precedenti vede i biancorossi avanti con 24 vittorie, contro le 7 dei ravennati. In trasferta i cucinieri hanno vinto 10 volte, perdendo 5 gare. Il match di andata con i romagnoli è stato l’unico vinto al tie break dalla Lube nell’attuale regular season. Risultato che coincise con la 14° vittoria consecutiva negli scontri diretti.

Nelle stagioni 2017/18 e 2018/19, Civitanova ha festeggiato al Pala De Andrè con il massimo scarto proprio alla 2ª giornata di ritorno. L’ultima vittoria dei ravennati, invece, risale al 3-2 della 10ª di ritorno della stagione 2013/14, gara che ha registrato il maggior numero di punti totali tra le due squadre (215) con questi parziali: 21-25, 25-20, 25-21, 19-25 e 18-16. Sfogliando a ritroso l’album dei ricordi, con un tuffo indietro in un altro tempo e "un altro volley", prima del Rally Point System la Lube vanta l’exploit esterno della 7ª di ritorno nel 1997/98, con i parziali record di 8-15, 2-15 e 3-15. Il set più tirato tra le due compagini è andato in scena nella stagione 2012/13 (28-26 per la Lube). Nell’era del Rlly Point System, il set più agevole in favore dei biancorossi risale alla 2ª di ritorno del 2017/18 al Pala De Andrè, con solo 9 punti concessi a Ravenna nel parziale.

Intanto in casa Lube è festa per l’esordio in prima squadra di Jacopo Larizza. L’atleta è approdato in prima squadra dopo le esperienze formative in A2 a Potenza Picena (2017/18-2018/19) e a Santa Croce (2019/20). Il colosso marchigiano di 204 cm, classe ‘98, contro i pontini è entrato al servizio nel terzo set tra gli applausi dei compagni. «Lo sognavo fin da bambino, è una sensazione indescrivibile – dice il centrale della Lube – sono orgoglioso di vestire i colori biancorossi. Avrei preferito un palazzetto pieno perché lo sport ha sempre bisogno dei supporter, ma ho provato una grande emozione. Sono cresciuto in maglia Lube, dal minivolley fino alla vittoria dello scudetto Under 20. Stiamo parlando di un settore giovanile d’eccellenza, è normale che alcune delle giovani promesse trovino sbocco nel massimo campionato. Non a caso sabato a Ravenna sfideremo lo schiacciatore Francesco Recine, con cui vinsi il tricolore giovanile in biancorosso. Dovremo mantenere un buon livello di gioco. L'età media dei giocatori romagnoli è bassa, ma ciò che perdono in esperienza lo guadagnano in grinta, non mollano mai. Lo hanno dimostrato all'andata. Poi penseremo alla trasferta in Francia per la bolla di Champions. Nel 2016/17 la Lube mi portò in Germania, in occasione del match a Berlino, ma ora è diverso».

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-12-2020 alle 09:49 sul giornale del 05 dicembre 2020 - 229 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bEBJ