Morrovalle: pioggia di aiuti per combattere l'emergenza covid-19, ma polo scolastico e opere spaccano il consiglio

4' di lettura 28/11/2020 - Neanche la ritrovata armonia per combattere l’emergenza covid-19 ha fatto sì che la variazione di bilancio di fine anno compattasse tutto il consiglio comunale. Venerdì sera l’assise civica ha dato il via libera a maggioranza alla manovra che da un lato recepiva gli accordi presi dalle forze politiche negli incontri delle scorse settimane per combattere le difficoltà legate alla pandemia, ma dall’altra dà il via libera anche ad altri importanti interventi in vari campi.

Proprio l’aver messo tutto nello stesso calderone ha fatto sì che l’opposizione (insieme ad Alessandro Capozucca, Rosella Ruani si è invece astenuta) optasse per il no, pur esprimendo apprezzamento per la parte relativa al covid-19.

I dettagli della manovrina concordata nei tre incontri susseguitisi nelle ultime settimane li ha illustrati l’assessore alle politiche sociali Fabiana Scarpetta. Sul piatto oltre 106 mila euro, ripartiti in vari interventi: 18.769 euro destinati al potenziamento dei servizi sociali con l’assunzione di una figura (che affiancherà l’assistente sociale) specifica per seguire le persone in difficoltà economica dettata da tale emergenza; 10 mila euro andranno alla Croce Verde come contributo straordinario all’attività; 38 mila euro si andranno ad aggiungere al residuo del fondo famiglie ed imprese già costituito durante la prima ondata che salirà così a quota 100 mila euro; 20 mila euro serviranno all’acquisto di un mezzo per la Protezione civile necessario per svolgere le varie attività come consegna di farmaci e derrate alimentari a chi è in isolamento; 10 mila euro rifinanzieranno il bando di aiuti per le attività del centro storico; 10 mila euro saranno aggiunge come contributo straordinario alla Caritas, che in questa fase oltre a distribuire cibo si occupa anche di pagamenti di bollette e affitti. In tutto, considerando anche i residui degli interventi messi in campo nei mesi precedenti, la somma totale sul piatto è di circa 175 mila euro.

Ma a creare la spaccatura è stato il resto dei provvedimenti inseriti in variazione, elencati dall’assessore al bilancio Alfredo Benedetti. Tra i principali (e più contestati), la destinazione di 135 mila euro provenienti dall’avanzo di amministrazione a manutenzioni stradali e i contributi per la ristrutturazione delle scuole, mentre va avanti l’iter per il nuovo polo scolastico. «Bene il recepimento delle direttive in materia di covid-19 che sono state concordate negli incontri delle scorse settimane – ha precisato Francesco Acquaroli, consigliere comunale di Un Nuovo Germoglio – ma per il resto si continuano a fare interventi come in una continua campagna elettorale. Si stanziano migliaia di euro per le manutenzioni dopo che per nove anni si sono lasciate le strade abbandonate a loro stesse e dopo averci messo un milione di euro pochi mesi fa. Si va avanti con un polo scolastico che ora non può essere una priorità, se c’è gente che non riesce a pagare le bollette: è come avere una Ferrari in garage. Capiamo che sarebbe l’unica opera di rilievo in un decennio, perché il resto, basta guardare le piste per le bocce al parco Pegaso o i giardinetti, è fatto di interventi per guadagnare 20 voti qua e 30 voti là».

Alle critiche ha risposto il sindaco Stefano Montemarani. «L’intervento di Acquaroli sembra quello di un comizio di fine elezioni – stuzzica il primo cittadino – il no alla nuova scuola, per la quale entro fine anno conosceremo la ditta esecutrice dei lavori, è incomprensibile: va proprio nell’ottica di guardare sul lungo periodo. E poi si dimenticano obiettivi importanti come la messa in sicurezza del fosso Trodica, per il quale il Ministero ci ha riconosciuto oltre 4 milioni di euro, e un punto che era prioritario anche nel programma del centrosinistra, ovvero la questione del passaggio a livello».

Gli altri punti all’ordine del giorno sono stati tutti approvati a maggioranza, ad eccezione di quello riguardante la modifica dello statuto della Task, azienda partecipata per i servizi informatici: dato che anche la Provincia ne ha rinviato la discussione in attesa di approfondire la questione, il consiglio comunale ha fatto altrettanto.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/






Questo è un articolo pubblicato il 28-11-2020 alle 23:11 sul giornale del 29 novembre 2020 - 678 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDTm





logoEV
logoEV