Basket: Feba, un guizzo non basta per sbancare La Spezia

3' di lettura 23/11/2020 - La Feba Civitanova Marche cade a La Spezia. Le momò cedono per 89-67 contro le liguri, al termine di un match in cui le biancoblu hanno pagato un primo quarto sotto tono. Le ragazze di coach Francesco Dragonetto hanno comunque mostrato un ottimo carattere, riuscendo a recuperare sulle locali fino al -7, anche se è mancato poi la lucidità necessaria per riuscire a riaprire la sfida.

Avvio equilibrato tra le due compagini, con le momò che tengono botta nei primi minuti poi le locali piazzano un break mortifero di 20-0, ricucito in parte dai canestri finali di Rosellini e Rimi, 26-11. Nel secondo quarto la Feba deve rincorrere ma nel finale il break di 0-7 confezionato da Binci, Bolognini e Paoletti fissa il punteggio sul 48-36 con cui si va al riposo lungo. Alla ripresa delle ostilità le momò partono bene e la tripla di Paoletti vale il 49-44 che sembra possa riaprire i giochi. Hernandez Pepe, scatenata, e Templari confezionano un break di 6-0 che portano dopo quattro minuti di gioco le bianconere sul 55-44. Le locali allungano nuovamente e nel finale di frazione toccano il +20, 68-48. Nell’ultimo quarto le ragazze di coach Corsolini gestiscono il vantaggio e chiudono sull’89-67.

«Giocavamo contro una squadra forte e lo sapevamo – commenta coach Francesco Dragonetto – eravamo al corrente che La Spezia parte subito forte nel primo quarto e dovevamo limitarle in quel frangente, anche se poi non ci siamo riuscite. Tuttavia tra la fine del secondo quarto e l’inizio del terzo eravamo anche rientrate in partita, arrivando fino al -7, però poi il fatto di rincorrere sempre sicuramente non ci ha aiutato a tenere alta l’intensità e la concentrazione ben salda nei 15 minuti finali, e quindi le nostre avversarie sono scappate via. Sicuramente dobbiamo sistemare la fase difensiva perché concedere 89 punti in trasferta non ci può far vincere una gara fuori casa. In tal senso dobbiamo migliorare sotto questo punto di vista perché sennò lo paghiamo contro squadre più esperte di noi. La Spezia ci ha un po’ ingabbiato con la loro finta zona e non siamo riuscite ad attaccarla, andando in difficoltà. In attacco tutto sommato siano andati bene perché 67 punti su un campo difficile come La Spezia è buono, però ripeto dobbiamo migliorare la fase difensiva».

CREDIT AGRICOLE LA SPEZIA – FEBA CIVITANOVA MARCHE 89 - 67

LA SPEZIA: Packovski 16, Templari 18, Hernandez Pepe 28, Moretti ne, Tosi 6, Mori 4, Della Margherita ne, Linguaglossa 8, Giuseppone 2, Guzzoni, Guerrieri ne, Sarni 7. All.: Corsolini.

CIVITANOVA: Rosellini 9, Paoletti 20, Angeloni 2, Bocola 8, Rimi 4, Trobbiani 8, Castellani 5, Bolognini 7, Binci 4, Pelliccetti. All.: Dragonetto.

PARZIALI: 26-11, 22-25, 20-12, 21-19

ARBITRI: Attard, Luchi.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverecivitanova/






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-11-2020 alle 09:07 sul giornale del 24 novembre 2020 - 223 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bC4K





logoEV