Non c'è spazio per Pasqui in giunta regionale, Ciarapica resta a Civitanova e accelera sul rimpasto

3' di lettura 13/10/2020 - Niente da fare e stavolta non c’è appello per Fabrizio Ciarapica. Il sindaco di Civitanova poteva ancora sperare in un “ripescaggio” in consiglio regionale nel caso in cui Gianluca Pasqui, il più votato di Forza Italia nella circoscrizione di Macerata, fosse stato scelto dal presidente Francesco Acquaroli per far parte della nuova giunta regionale.

E invece il governatore per la quota forzista della sua squadra pare orientato ad andare sull’anconetano Daniele Silvetti. Se verrà confermato lo schema, ormai dato per certo da più parti ma non ancora scontato (la consigliera di parità Paola Petrucci ha già annunciato che se Acquaroli varerà una giunta con una sola donna presenterà ricorso per la mancanza delle quote rosa), Pasqui siederà in consiglio regionale e a Ciarapica non resterebbe che continuare a guidare la sua città e dare l’accelerata decisiva al rimpasto di giunta.

Rimpasto per il quale si attende da settimane e che, dopo i vari giri di consultazione, è rimasto in stand-by proprio in attesa di certezze sulle mosse politiche di Palazzo Raffaello. Sbrogliata la matassa in Regione, ora a Ciarapica non resta che guardare alla sua giunta, che nella quale ci sono due caselle vuote: quella lasciata ormai da un paio di mesi abbondanti dalla cacciata dell’allora assessore alla cultura Maika Gabellieri e quella che si libererà ufficialmente nei prossimi giorni (l’insediamento è previsto per il 19 ottobre) quando l’assessore al commercio Pierpaolo Borroni abbandonerà Civitanova per sedersi in consiglio regionale.

Per far quadrare i conti, in linea teorica servirebbero quindi una poltrona per la Lega e una per Fratelli d’Italia. E se per quest’ultima sembra scontata la promozione della capogruppo consiliare Cristina Ruffini, rimpiazzare la prima potrebbe generare anche una serie di movimenti a catena che potrebbero comprendere anche sostituzioni di altri assessori. A rischiare sarebbero il vicesindaco Fausto Troiani e l’assessore all’ambiente Giuseppe Cognigni, invisi a parte della maggioranza per frizioni nate durante la campagna elettorale per le regionali. Ad ogni modo, i tempi sembrano ormai maturi: giorni, non di più prima di vedere sbloccata un’impasse che ha fatto tremare la maggioranza più volte begli ultimi mesi

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/viverecivitanova/ e Twitter: twitter.com/viv_civitanova.






Questo è un articolo pubblicato il 13-10-2020 alle 17:12 sul giornale del 14 ottobre 2020 - 790 letture

In questo articolo si parla di politica, vivere civitanova, articolo, marco pagliariccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/byv6





logoEV