Oltre 70 bambini sono andati "A pesca con mamma e papà"

4' di lettura 16/09/2020 - «Un grande successo la prima edizione della manifestazione “A pesca con mamma e papà”, andato oltre le più rosee aspettative». Questo è il commento di Gianni Santori, presidente del Madiere, l’associazione del diporto nautico civitanovese che, in collaborazione con l’assessorato alla famiglia e ai servizi sociali del Comune, ha organizzato l’evento.

Un pomeriggio destinato alle famiglie, fortemente voluto da amministrazione e diportisti, dedicato interamente alle famiglie. Ai molti nuclei familiari infatti è stata offerta gratuitamente la possibilità passare del tempo insieme dedicandosi alla sana attività all'aria aperta, molto praticamente normalmente al molo da diversi sportivi, in un bel pomeriggio di fine estate.

Presente insieme alle famiglie il sindaco Fabrizio Ciarapica e gli assessori Ermanno Carassai e Barbara Capponi. «Ringrazio il Madiere e la guardia Costiera, nella persona della comandante Ilenia Ritucci, per la bella sinergia che ha portato a questa iniziativa concreta aperta a tutti, inclusiva, che valorizza le risorse della nostra città e mette al primo posto l'importanza del tempo condiviso in famiglia – commenta Capponi – la collaborazione tra assessorato, diportisti e guardia costiera è una bella ed importante realtà: da più anni infatti solo grazie alla disponibilità dei diportisti de La Marina e il prezioso occhio vigile della capitaneria, a cui quest'anno si è aggiunto il delicato ed entusiasta intervento dell'ordine di Malta, è possibile offrire ai ragazzi con disabilità la gita in barca a fine colonia. Questa è la "città con l'infanzia" di cui parliamo di anni e di cui essere tutti orgogliosi, in cui ciascuno, nel proprio ruolo, si impegna attraverso i propri talenti e passioni a creare valore aggiunto per tutta la cittadinanza, a partire dai più piccoli. Siamo pronti a primavera a ripetere l'iniziativa, date le numerosissime richieste e l'ottimo riscontro»

L'iniziativa ha infatti richiamato moltissime famiglie, giunte a Civitanova anche dalla provincia di Ancona. Del resto i numeri parlano chiaro: nelle quattro ore di durata della manifestazione si sono realizzati 56 incontri a rotazione, della durata di un’ora, nelle 14 postazioni di pesca, circa 70 i bambini che hanno partecipato accompagnati dai loro genitori, 28 i volontari impegnati come tutor, in condizioni di pieno rispetto delle norme anti-covid; in soli tre giorni dall’apertura del portale dove si potevano fare on line le prenotazioni per partecipare all’evento, sono andati esauriti tutti gli appuntamenti e decine di richieste sono rimaste purtroppo inevase.

«Un risultato positivo che ci spinge a replicare questo evento la prossima primavera, accogliendo l’invito delle famiglie che hanno molto apprezzato l’iniziativa – ha proseguito Santori – il mare è una scuola di vita ed avvicinare i giovani allo sport della pesca è spesso il primo passo per andare oltre, verso altre specialità nautiche come le attività subacquee, la vela ed il diporto: è la storia di tanti appassionati del mare come noi siamo».

Tanti ragazzi e ragazze si sono cimentati in compiti fino ad ora sconosciuti come mettere il verme sull’amo, lanciare l’esca con la canna, “ferrare” il pesce e recuperalo per metterlo nel secchiello; tutte cose più facili a dirsi che a farsi, per le quali è necessario sviluppare una manualità ed un coordinamento che possono tornare utili non solo per la pesca. Il tutto in condizioni di mare mosso e quasi 20 nodi di vento che avrebbero messo a dura prova anche i pescatori più esperti; nonostante ciò l’entusiasmo dei ragazzi e la perizia dei tutor hanno avuto ragione anche delle condizioni meteo avverse e l’ora di ciascun turno di pesca è volata velocemente. All’uscita delle postazioni la soddisfazione dei ragazzi e delle famiglie al termine di un’esperienza divertente ed educativa è stata la ricompensa più gradita per il grande impegno che il Madiere, l'amministrazione e i volontari tutti hanno messo nella preparazione dell’evento.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/viverecivitanova/ e Twitter: twitter.com/viv_civitanova.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-09-2020 alle 14:23 sul giornale del 17 settembre 2020 - 225 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bwcP





logoEV